Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che devi sapere sullo scorbuto

Lo scorbuto è il nome di una carenza di vitamina C. Può portare a anemia, debolezza, esaurimento, emorragia spontanea, dolore agli arti, e in particolare alle gambe, gonfiore in alcune parti del corpo e talvolta ulcerazione delle gengive e perdita dei denti.

Lo scorbuto è noto sin dall’antichità greca ed egiziana. È spesso associato ai marinai tra il XV e il XVIII secolo, quando i lunghi viaggi per mare rendevano difficile ottenere una fornitura costante di prodotti freschi. Molti sono morti per gli effetti.

Si è verificato anche durante la carestia delle patate irlandesi nel 1845 e la guerra civile americana. L’epidemia documentata più recente è avvenuta in Afghanistan nel 2002, in seguito a guerra e siccità.

I casi moderni di scorbuto sono rari, specialmente in luoghi dove sono disponibili pane e cereali arricchiti, ma possono comunque colpire persone che non consumano abbastanza vitamina C.

Fatti veloci sullo scorbuto:

Ecco alcuni punti chiave sullo scorbuto. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • I sintomi dello scorbuto derivano da una grave carenza di vitamina C.
  • Includono ferite sanguinanti, perdita dei denti, anemia e una ridotta percentuale di guarigione per le ferite.
  • Può essere fatale se non trattato.
  • Lo scorbuto è curabile con supplementi di vitamina C per via orale o endovenosa.

Cos’è lo scorbuto?

Lo scorbuto si verifica quando c’è carenza di vitamina C o acido ascorbico. La carenza porta a sintomi di debolezza, anemia, malattie gengivali e problemi della pelle.

Questo perché la vitamina C è necessaria per la produzione di collagene, un componente importante nei tessuti connettivi. I tessuti connettivi sono essenziali per la struttura e il supporto nel corpo, inclusa la struttura dei vasi sanguigni.

Una mancanza di vitamina C interesserà anche il sistema immunitario, l’assorbimento del ferro, il metabolismo del colesterolo e altre funzioni.

Sintomi

Denti di scorbuto

La vitamina C è un nutriente necessario che aiuta il corpo ad assorbire il ferro e produrre il collagene.

Se il corpo non produce abbastanza collagene, i tessuti inizieranno ad abbattere.

È anche necessario per sintetizzare la dopamina, la norepinefrina, l’epinefrina e la carnitina, necessarie per la produzione di energia.

I sintomi della carenza di vitamina C possono iniziare ad apparire dopo 8-12 settimane. I primi segnali includono perdita di appetito, perdita di peso, affaticamento, irritabilità e letargia.

Entro 1 o 3 mesi, ci possono essere segni di:

  • anemia
  • mialgia o dolore, incluso dolore osseo
  • gonfiore o edema
  • petecchie o piccole macchie rosse risultanti da sanguinamento sotto la pelle
  • capelli da cavatappi
  • malattie gengivali e perdita dei denti
  • scarsa guarigione delle ferite
  • mancanza di respiro
  • cambiamenti di umore e depressione

Col tempo, la persona mostrerà segni di edema generalizzato, grave ittero, distruzione dei globuli rossi, nota come emolisi, emorragia improvvisa e spontanea, neuropatia, febbre e convulsioni. Può essere fatale.

I neonati con lo scorbuto diventeranno ansiosi e irritabili. Possono provare dolore che li induce a assumere una postura della gamba rana per il comfort.

Ci può anche essere un’emorragia subperiostale, un tipo di sanguinamento che si verifica alle estremità delle ossa lunghe.

Studi su animali hanno dimostrato che la carenza di vitamina C in una donna durante la gravidanza può portare a problemi con lo sviluppo del cervello fetale.

Le cause

La causa principale è un’assunzione insufficiente di vitamina C o acido ascorbico.

Fattori di rischio

Arance scorbutiche

Gli esseri umani non possono sintetizzare la vitamina C. Deve provenire da fonti esterne, specialmente frutta e verdura, o cibi fortificati.

Una mancanza può derivare da:

  • una dieta povera priva di frutta e verdura fresca, probabilmente a causa del basso reddito o della carestia
  • malattie come l’anoressia e altri problemi di salute mentale
  • diete restrittive, a causa di allergie, difficoltà orali ingerendo cibi, o altri motivi
  • età avanzata
  • consumo eccessivo di alcol o uso di droghe illegali

Lo svezzamento ritardato o infruttuoso dei neonati può anche portare allo scorbuto.

Condizioni, trattamenti o abitudini che riducono la capacità del corpo di assorbire sostanze nutritive, come il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, la chemioterapia e il fumo, aumentano il rischio.

Trattamento

Il trattamento prevede la somministrazione di supplementi di vitamina C per via orale o per iniezione.

Il dosaggio raccomandato è:

  • Da 1 a 2 grammi (g) al giorno per 2 o 3 giorni
  • 500 milligrammi (mg) per i prossimi 7 giorni
  • 100 mg per 1 a 3 mesi

Entro 24 ore, i pazienti possono aspettarsi di vedere un miglioramento della fatica, letargia, dolore, anoressia e confusione. Lividi, sanguinamento e debolezza iniziano a risolversi entro 1-2 settimane.

Dopo 3 mesi, è possibile un recupero completo. Gli effetti a lungo termine sono improbabili, tranne nel caso di gravi danni dentali.

Diagnosi

Un medico eseguirà un esame fisico e richiederà test di laboratorio per valutare i livelli di vitamina C nel sangue.

I test di imaging possono rivelare danni interni derivanti dallo scorbuto.

Prevenzione

Lo scorbuto può essere prevenuto consumando abbastanza vitamina C, preferibilmente nella dieta, ma a volte come alimentazione.

L’Ufficio degli integratori alimentari (ODS) degli Stati Uniti (USA) consiglia il seguente consumo di vitamina C:

  • Fino a 6 mesi: 40 mg, come normalmente fornito durante l’allattamento
  • Da 7 a 12 mesi: 50 mg
  • Da 1 a 3 anni: 15 mg
  • Da 4 a 8 anni: 25 mg
  • Da 9 a 13 anni: 45 mg
  • Da 14 a 18 anni: 75 mg per gli uomini e 65 mg per le donne
  • 19 anni e oltre: 90 mg per uomini, 75 mg e donne

Durante la gravidanza, le donne dovrebbero consumare 85 mg di vitamina C, aumentando a 120 mg durante l’allattamento.

I fumatori hanno bisogno di 35 mg in più rispetto ai non fumatori ogni giorno.

Fonti di cibo

Gli alimenti che contengono vitamina C includono:

  • frutta, come arance, limoni, fragole, more, guava, kiwi e papaia
  • verdure, in particolare pomodori, carote, peperoni, broccoli, patate, cavoli e spinaci

Altre buone fonti sono paprika, fegato e ostriche

Un’arancia media contiene 70 mg di vitamina C e un peperone verde contiene 60 mg.

L’acido ascorbico può essere distrutto dal calore e durante lo stoccaggio, quindi frutta e verdura fresche e crude offrono la migliore scorta.

Gli integratori di vitamina C sono anche disponibili per l’acquisto nei negozi di alimenti naturali o online.

Abbiamo scelto gli articoli collegati in base alla qualità dei prodotti ed elencato i pro e i contro di ciascuno per aiutarti a determinare quale funzionerà meglio per te. Collaboriamo con alcune delle aziende che vendono questi prodotti, il che significa che Healthline UK e i nostri partner potrebbero ricevere una parte dei ricavi se si effettua un acquisto utilizzando un link (s) di cui sopra.

Like this post? Please share to your friends: