Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che dovresti sapere sull’ictus

Gli occhi, come tutti gli organi del corpo, dipendono dal flusso di sangue ricco di ossigeno per funzionare.

Hanno nervi e tessuti che inviano segnali al cervello per creare un’immagine visiva. Uno di questi tessuti critici è la retina, che è nella parte posteriore dell’occhio.

La retina svolge un ruolo cruciale nell’invio di segnali visivi al cervello, e contiene piccole e grandi arterie e vene che muovono il sangue da e verso il cuore.

Questo sangue è essenziale per la visione e un blocco nei vasi sanguigni della retina può influenzare in modo permanente la vista e portare alla cecità.

Un ictus, noto anche come occlusione dell’arteria retinica, è causato da un coagulo o restringimento dei vasi sanguigni della retina. Il flusso di sangue della retina viene interrotto e, se non trattato, può provocare danni permanenti alla retina e perdita della vista.

Cos’è un colpo d’occhio?

ravvicinata dell'occhio di un uomo

Durante un colpo d’occhio, le vene o le arterie della retina smettono di funzionare come dovrebbero. Vengono bloccati da un grumo o da un restringimento del vaso sanguigno.

Molto simile a un ictus cerebrale, in cui il sangue al cervello viene ridotto o interrotto, le retine nell’occhio perdono l’apporto di sangue. Sangue e liquido possono fuoriuscire nella retina e causare gonfiore. Sia le retine che la vista di una persona possono rapidamente danneggiarsi.

Esistono diversi tipi di tratti dell’occhio, a seconda del vaso sanguigno interessato:

  • Occlusione venosa retinica centrale (CRVO): la vena principale della retina si blocca.
  • Occlusione dell’arteria retinica centrale (CRAO): l’arteria centrale della retina si blocca.
  • Occlusione della vena retinica (BRVO): le piccole vene della retina si bloccano.
  • Occlusione dell’arteria retinica del ramo (BRAO): le piccole arterie della retina si bloccano.

Sono a rischio di un ictus?

Alcune persone possono avere un rischio più elevato rispetto ad altri di avere un infarto. I fattori di rischio sono simili a quelli di un ictus normale.

Chi ha una storia personale o familiare delle seguenti condizioni può avere un rischio più elevato:

  • aterosclerosi o accumulo di placche nelle arterie
  • alta pressione sanguigna
  • colesterolo alto
  • precedente infarto o ictus
  • dolore al petto
  • malattia coronarica
  • diabete o una storia familiare di diabete
  • glaucoma

L’American Academy of Ophthalmology afferma che le persone di 60 anni possono avere il più alto rischio di ictus, specialmente gli uomini.

Sintomi

uomo con occhi dolorosi

Un colpo dell’occhio è solitamente indolore. Un improvviso cambiamento nella visione di una persona o la perdita della vista in un occhio è spesso il primo sintomo di un ictus.

La perdita della vista può interessare l’intero occhio o essere più sottile di quella. Alcune persone sperimentano solo una perdita di visione periferica o hanno punti ciechi o “floater”. È anche possibile una visione sfocata o distorta. I cambiamenti visivi possono iniziare lievemente, quindi peggiorare per diverse ore o giorni.

Un ictus cerebrale, che colpisce il flusso di sangue al cervello, può anche causare improvvisa perdita della vista o cambiamenti nella visione. Per questo motivo, eventuali cambiamenti improvvisi alla vista richiedono cure mediche di emergenza.

Quanto più a lungo un tratto non viene trattato, tanto più è probabile che gli organi colpiti siano permanentemente danneggiati.

Diagnosi

La perdita improvvisa della vista è un’emergenza medica.

Per diagnosticare un ictus, i medici potrebbero dover eseguire test per vedere la retina dell’occhio. Questi possono includere:

  • Dilatando gli occhi con gocce per vedere più facilmente la retina.
  • Utilizzando una tinta e una macchina fotografica per scattare foto della retina, nota come angiografia con fluoresceina. La tintura viene iniettata attraverso il braccio e consente al medico di vedere più chiaramente le vene e le arterie della retina.
  • Controllo della pressione all’interno dell’occhio con un soffio d’aria.
  • Esame con lampada a fessura, che utilizza colliri, una luce speciale e un microscopio per esaminare l’interno degli occhi.
  • Test di visione, come la lettura di grafici oculari e il controllo della visione laterale o periferica.

Questi test sono indolori e vengono eseguiti da un oculista, noto come un oftalmologo.

Trattamento

Il trattamento per l’ictus dovrebbe essere dato il prima possibile, per minimizzare il danno alla retina. Le opzioni di trattamento includono:

  • medicinali che dissolvono i coaguli di sangue
  • una procedura che aiuta a spostare il coagulo lontano dalla retina
  • allargando le arterie nella retina con un gas inalato

Le persone possono anche aver bisogno di cure di follow-up a lungo termine per il trattamento di malattie cardiache o problemi ai vasi sanguigni che possono aver contribuito al colpo dell’occhio.

Prevenzione

controllo della pressione arteriosa

Avere test per le malattie cardiache è una parte fondamentale della prevenzione di un ictus. Questo può includere regolari controlli del colesterolo e della pressione sanguigna e discutere altri fattori di rischio per le malattie cardiache, come la storia familiare, la dieta e lo stile di vita.

I fattori di rischio per la malattia cardiaca hanno un ruolo nel rischio di ictus dell’occhio. Un articolo nella rivista afferma che il 64 percento delle persone aveva almeno un nuovo fattore di rischio di malattia cardiaca non diagnosticato che è stato trovato dopo che avevano avuto un infarto. Il più grande fattore per questi individui era il colesterolo alto.

In generale, per mantenere i vasi sanguigni sani e aiutare a prevenire l’ictus, le persone dovrebbero:

  • fare esercizio fisico regolare; le linee guida per l’attività fisica per gli americani raccomandano 2,5 ore a settimana
  • mangiare una dieta sana per il cuore, tra cui un sacco di frutta, verdura, cereali integrali e grassi insaturi
  • lavora con un dietologo, come raccomandato per alcuni individui
  • evitare o smettere di fumare
  • lavorare con un medico per gestire altre condizioni di salute, come il diabete

prospettiva

Le prospettive a lungo termine per le persone con ictus possono variare notevolmente. Dipende dalla gravità dell’ictus, dal successo del trattamento e dalle arterie o vene che sono state colpite.

L’articolo sulla rivista, come menzionato sopra, ha rilevato che l’80% delle persone che hanno avuto un ictus visivo ha avuto una significativa perdita della vista di 20/400 o peggio.

In alcuni casi una persona può riguadagnare parte della sua visione nel tempo. Uno studio ha dimostrato che la perdita della vista può migliorare in molte persone, a seconda del tipo di ictus che hanno avuto.

Gli autori affermano che identificare il tipo di ictus dell’occhio è un fattore importante nel modo in cui una persona può essere in grado di vedere dopo.

Conclusione

Seguire uno stile di vita sano per il cuore non è solo un bene per il cuore. Può migliorare la salute generale e ridurre il rischio di problemi come l’ictus e la perdita della vista.

Like this post? Please share to your friends: