Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto ciò che serve sapere sull’emicrania retinica

L’emicrania retinica è uno dei molti tipi di emicrania. L’emicrania retinica è rara, ed è diversa da un mal di testa o emicrania con aura. Queste condizioni di solito influenzano la visione in entrambi gli occhi. Un’emicrania retinica influenza la visione solo in un occhio.

Circa 1 ogni 200 persone che soffrono di emicrania avrà un’emicrania retinica.

La condizione è anche a volte chiamata emicrania oftalmica, emicrania visiva o emicrania oculare, anche se i sintomi per questi sono leggermente diversi.

Un’emicrania retinica può causare cecità temporanea o problemi visivi in ​​un occhio. Le emicranie retiniche di solito durano fino a 1 ora e sono seguite dal ritorno della visione normale.

Le cause

L’emicrania retinica è causata da una riduzione del flusso sanguigno all’occhio quando i vasi sanguigni si restringono improvvisamente. Ci sono diversi motivi per cui questo potrebbe accadere.

[donna con emicrania]

I fattori che potrebbero scatenare il restringimento dei vasi sanguigni e l’emicrania della retina includono:

  • Piegarsi
  • Pillole anticoncezionali
  • Disidratazione
  • Calore eccessivo
  • Esercizio
  • Alta altitudine
  • Alta pressione sanguigna
  • Basso livello di zucchero nel sangue
  • Stress
  • fumo

Quando i vasi sanguigni si rilassano e il flusso sanguigno ritorna normale, i sintomi di solito scompaiono e la vista ritorna.

Alcune persone sono più a rischio di emicrania retinica rispetto ad altre. Queste persone includono:

  • Persone di 40 anni o meno
  • Individui con una storia familiare di emicranie
  • Persone con un’altra condizione, come l’aterosclerosi, l’epilessia, il lupus e l’anemia falciforme

Colpisce le donne più spesso degli uomini.

Sintomi

Le emicranie retiniche comportano ripetuti attacchi di determinati disturbi visivi. Questi di solito avvengono prima della fase di emicrania. I disturbi visivi sono spesso definiti collettivamente “aura”.

I sintomi si verificano in un occhio. Le caratteristiche di un’aura possono includere:

  • Vedere luci lampeggianti, scintillanti o scintillanti
  • Un punto cieco o parziale perdita della vista
  • Cecità temporanea

L’aura può diffondersi gradualmente per 5 minuti o più e durare per 6-60 minuti. Entro 60 minuti dai sintomi visivi, può iniziare la fase di emicrania della retina.

La fase di mal di testa di un’emicrania retinica ha sintomi come un’emicrania senza aura. Questi sintomi includono un mal di testa che dura da 4 a 72 ore su un lato della testa.

Il mal di testa può essere:

  • Pulsare o palpitante
  • Intensità da moderata a grave
  • Fatto peggiore da attività come camminare o salire le scale

Un mal di testa emicrania può anche causare:

  • Nausea e vomito
  • Maggiore sensibilità alla luce
  • Maggiore sensibilità al suono

Un’emicrania con aura è una condizione diversa per l’emicrania della retina, anche se alcuni dei sintomi sono simili.

Emicrania con aura causa anche disturbi visivi come lampi di luce, punti ciechi e altri cambiamenti visivi. Tuttavia, un’emicrania retinica differisce da un’emicrania con aura per due ragioni principali:

  • I sintomi visivi si verificano solo in un occhio e non entrambi
  • La cecità completa ma temporanea può verificarsi solo in un occhio

Diagnosi

Non ci sono test diagnostici che rilevano un’emicrania retinica. Un medico può diagnosticare un’emicrania retinica esaminando la storia medica personale e familiare, chiedendo informazioni sui sintomi e conducendo un esame.

Altre possibili cause per i sintomi saranno escluse prima che venga diagnosticata un’emicrania retinica. È importante indagare e escludere altre cause di cecità temporanea.

Un medico specialista potrebbe aver bisogno di assicurarsi che i sintomi non siano causati da una grave malattia o ictus dell’occhio.

Alcune persone che hanno disturbi visivi in ​​un occhio potrebbero avere emianopsia. L’emianopsia è la perdita della vista sullo stesso lato in entrambi gli occhi. Questa condizione si verifica spesso in caso di ictus e lesioni cerebrali traumatiche.

trattamenti

Il farmaco che un medico prescrive per trattare l’emicrania della retina può cambiare a seconda dell’età di una persona e con quale frequenza hanno attacchi di emicrania della retina.

I farmaci prescritti potrebbero includere:

[Ibuprofene]

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’aspirina o l’ibuprofene, per alleviare il dolore e l’infiammazione
  • Farmaci antinausea per prevenire nausea e vomito
  • Beta-bloccanti per rilassare i vasi sanguigni nel cervello
  • Bloccanti dei canali del calcio per prevenire la costrizione dei vasi sanguigni
  • Antidepressivi per aiutare a prevenire l’emicrania
  • Anticonvulsivi per aiutare a prevenire l’emicrania

Attualmente c’è una mancanza di ricerca sul modo migliore per trattare un’emicrania retinica. Tuttavia, la maggior parte dei trattamenti si concentra sul sollievo dal dolore per il mal di testa e la riduzione dell’esposizione a potenziali fattori scatenanti dell’emicrania retinica.

complicazioni

C’è un piccolo rischio con un’emicrania retinica che l’improvvisa riduzione del flusso sanguigno verso l’occhio possa danneggiare la retina e i vasi sanguigni dell’occhio.

I farmaci che vengono usati per trattare un’emicrania retinica possono a volte causare altri problemi.

  • I FANS possono causare dolore allo stomaco, sanguinamento, ulcere e altri problemi
  • I farmaci possono causare mal di testa da uso eccessivo se un individuo li usa per più di 10 giorni al mese per 3 mesi
  • La sindrome serotoninergica è una condizione rara e pericolosa per la vita che ha un aumentato rischio nelle persone che combinano determinati antidepressivi e triptani

La perdita permanente della vista a seguito di un’emicrania retinica è rara.

prospettiva

La maggior parte delle persone che hanno emicrania della retina di solito subiscono un attacco ogni pochi mesi. La fase di disturbo visivo tende a non più di un’ora e il mal di testa successivo può durare da poche ore a pochi giorni.

L’emicrania retinica è difficile da diagnosticare. Spesso viene erroneamente diagnosticata come un’altra condizione o come emicrania comune. Mentre non esiste una cura per la condizione, può essere gestita e prevenuta attraverso i farmaci ed evitando i trigger.

Attualmente, le emicranie retiniche non sono completamente comprese, ma la ricerca è in corso. L’indagine sulla prevenzione dell’emicrania è in corso, ma, al momento, non esiste una cura comprovata.

Like this post? Please share to your friends: