Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto quello che devi sapere su erisipela

L’erisipela è un’infezione della pelle. È una forma di cellulite, ma a differenza della cellulite, che colpisce i tessuti più profondi, l’erisipela interessa solo gli strati superiori della pelle.

Tuttavia, le due condizioni possono sovrapporsi, il che può rendere difficile per un medico distinguere le due condizioni.

In precedenza, i medici pensavano che l’erisipela colpisse solo la faccia, ma l’Organizzazione Nazionale per i Disturbi Rari ora stima che circa l’80% di tutti i casi si verificano sulle gambe. Può anche apparire sulle braccia e sul busto.

Sintomi

Spesso, una persona si sente male prima che segni visibili di erisipela compaiano sulla pelle. I sintomi possono includere febbri, brividi, brividi e temperature elevate.

Erisipela facciale wikicommons CDC / Dr. Thomas F. Sellers / Emory University

La pelle viene quindi solitamente interessata in un’area particolare e può apparire in uno dei seguenti modi:

  • gonfio e lucido
  • rossore
  • caldo e tenero al tatto
  • vesciche in casi gravi
  • spigoli vivi tra l’area interessata e la pelle sana
  • strisce rosse sopra l’area interessata
  • può diventare viola o nero nei casi più gravi

Questi segni e sintomi sono spesso piuttosto bruschi e possono svilupparsi in poche ore o giorni.

Le cause

L’erisipa si sviluppa quando i batteri penetrano nella pelle attraverso tagli o piaghe.

Le lesioni cutanee che aumentano le possibilità di sviluppare un’erisipela includono:

  • tagli alla pelle, ulcere o piaghe da decubito
  • punture di insetti o animali
  • ferite da un intervento chirurgico

Anche le condizioni della pelle preesistenti che rompono la superficie della pelle aumentano le possibilità di ottenere un’erisipela.

Queste condizioni includono:

  • eczema
  • impetigine
  • infezioni fungine, come il piede d’atleta

Altre condizioni possono anche aumentare la probabilità che una persona ottenga un’erisipela. Questi non influiscono sempre direttamente sulla pelle e includono:

  • vene e vasi linfatici non funzionano come dovrebbero
  • obesità
  • alcolismo
  • diabete mal controllato
  • problemi di circolazione
  • sistema immunitario indebolito

Alcuni farmaci possono indebolire il sistema immunitario e portare a erisipela. Questi farmaci comprendono alcuni farmaci antitumorali e farmaci comunemente usati dopo il trapianto di organi.

Chiunque può ottenere un’erisipela, ma più comunemente colpisce neonati e adulti di età superiore ai 60 anni.

L’erisipela non è ereditaria o contagiosa.

Diagnosi

closeup medici mano con fiale di sangue

In generale, un medico sarà in grado di diagnosticare l’erisipela dall’aspetto e dai sintomi della zona interessata. Questo perché i sintomi dell’erisipela tendono a verificarsi solo con questa particolare condizione.

La storia medica della persona, evidenziando precedenti infortuni o interventi chirurgici, spesso suggerisce anche la possibile causa.

Di solito non sono necessari ulteriori test.

I medici possono eseguire un esame del sangue se vi sono segni di infezione sistemica, come i batteri nel sangue (batteriemia). Tuttavia, l’identificazione dei batteri non è sempre possibile, anche in un laboratorio.

I test possono anche aiutare a rivelare:

  • livelli elevati di globuli bianchi, che possono essere causati da danni ai tessuti e infezioni batteriche
  • livelli elevati di proteina C-reattiva, che è prodotta dal fegato in quantità aumentate quando si verifica l’infiammazione
  • emocoltura positiva che indica un’infezione batterica
  • la presenza di un’infezione specifica, causata da un morso di animale, per esempio

In alcuni casi di infezione profonda, è necessaria una risonanza magnetica (MRI) o una tomografia computerizzata (TC).

Trattamento e recupero

Erisipela è curabile. È importante iniziare il trattamento il prima possibile per limitare la possibilità di ulteriori complicazioni.

Gli antibiotici trattano l’erisipela. Il tipo esatto dipenderà da quale germe sta causando il problema, ma conterrà spesso penicillina.

È quindi essenziale che chiunque sia allergico alla penicillina comunichi al proprio medico prima di iniziare il trattamento in modo da poter prescrivere altri farmaci, come l’eritromicina o la cefalossina.

Le persone con erisipela di solito assumono antibiotici per bocca tra 7 e 14 giorni. Nei casi più gravi, i farmaci verranno inseriti direttamente nella pelle attraverso una flebo.

primo piano delle mani con antidolorifici

Esistono anche altri modi per alleviare il dolore e il disagio e accelerare il processo di guarigione, come ad esempio:

  • mantenendo elevata l’area infetta, pur garantendo il movimento per cercare di prevenire la coagulazione
  • pacchetti di raffreddamento posti sulla pelle
  • lozioni per fermare la pelle secca e screpolata
  • antidolorifici antinfiammatori, come l’ibuprofene
  • calze a compressione una volta che l’infezione si è risolta
  • trattamento per eventuali rotture della pelle, spesso con una crema prescritta che viene applicata direttamente

Prevenzione e prospettive

Erisipela è curabile. Segni di febbre e malattia associati a erisipela scompaiono spesso entro pochi giorni dall’inizio del trattamento, anche se l’infezione della pelle può richiedere settimane per chiarire. Non ci sono cicatrici.

Circa un terzo di coloro che ricevono un trattamento per l’erisipela sviluppa nuovamente la condizione. Quando questo accade, un trattamento a lungo termine può essere prescritto per trattarlo.

È importante che la persona veda il proprio medico il prima possibile se ha qualche preoccupazione per gli attacchi ripetuti.

Se altre condizioni hanno contribuito all’attacco, come eczema, piede d’atleta o diabete, allora il trattamento corretto di tali condizioni può aiutare a prevenire ulteriori epidemie di erisipela. Anche il trattamento delle rotture sulla pelle può essere d’aiuto.

Allo stesso modo, se il sovrappeso o la cattiva circolazione contribuiscono allo sviluppo dell’infezione, un cambiamento nello stile di vita e nella dieta può spesso aiutare a limitare le possibilità di ritorno dell’erisipela.

Like this post? Please share to your friends: