Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Tutto quello che devi sapere sul cappuccio della culla

Il cappuccio della culla è un’eruzione cutanea untuosa, giallastra e squamosa che appare a chiazze sul cuoio capelluto dei bambini piccoli.

La condizione è molto comune e generalmente compare nei primi 3 mesi di vita. Normalmente è sicuro e raramente causa disagio al neonato.

Cos’è il cappuccio della culla?

Il cappuccio della culla è noto anche come crosta lattea, a nido d’ape, crosta di latte, pityriasis capitis e dermatite seborroica infantile.

Non è contagioso, e in nessun modo riflette quanto bene il bambino viene curato. Non è chiaro esattamente cosa causa la protezione della culla.

Il cappuccio della culla è simile alla forfora in qualche modo. Quando il cappuccio della culla sembra apparire su neonati o bambini più grandi, di solito è la forfora.

Si ritiene che il tappo a culla influisca sul 10% dei bambini fino all’età di 1 mese e che i picchi di prevalenza raggiungano il 70% entro i 3 mesi di età. Nei bambini di età compresa tra 1 e 2 anni, la prevalenza è solo del 7%.

Come viene trattato il tappo della culla?

I casi lievi di protezione della culla scompariranno senza intervento in pochi mesi.

[lavare i capelli del bambino]

Nel frattempo, un caregiver o un genitore dovrebbe lavare delicatamente la testa del bambino ogni giorno con un delicato shampoo per bambini, e delicatamente spazzolare il cuoio capelluto con una spazzola morbida o uno speciale pettine per culla, per allentare la bilancia.

Dopo che la bilancia scompare, il delicato processo di lavaggio dovrebbe essere ripetuto ogni pochi giorni per evitare che ritorni.

Se questo non aiuta, un genitore o un caregiver dovrebbe consultare un medico o un pediatra.

Possono consigliare l’uso di uno shampoo più forte, ad esempio uno shampoo antiforfora per adulti, o di applicare un olio o una lozione sulla zona interessata per ammorbidire le chiazze squamose.

Qualsiasi olio o lozione deve essere applicato prima dello shampoo poiché lasciare l’olio può causare la formazione di più squame.

In caso di infiammazione o infezione, il medico può prescrivere antibiotici, una blanda crema a base di steroidi o uno shampoo o sapone antimicotico.

Il cappuccio della culla è raramente serio, ma i genitori possono consultare un medico se non sono sicuri di quanto sia grave.

Cause del cappuccio della culla

Non è chiaro cosa causa il cappuccio della culla, ma non è causato da allergia, infezione batterica o cattiva igiene.

Può derivare da ghiandole sebacee iperattive, un’infezione fungina o entrambe. Le ghiandole sebacee si trovano nella pelle e producono una sostanza simile all’olio, nota come sebo.

Le ghiandole sebacee iperattive possono produrre troppo sebo e questo potrebbe impedire alle vecchie cellule della pelle di asciugarsi e cadere dal cuoio capelluto. Invece, si attaccano al cuoio capelluto.

La ragione per cui le ghiandole sono iperattive può essere perché gli ormoni della madre rimangono nel corpo del bambino per un certo numero di mesi dopo la nascita.

Se si verifica un’infezione fungina, potrebbe essere il risultato dell’assunzione di antibiotici da parte della madre prima del parto, o perché il bambino le ha somministrate fino a una settimana dopo la nascita.

Gli antibiotici distruggono i batteri che causano danni, ma possono anche distruggere i batteri utili che impediscono cose come l’infezione fungina.

Gli studi hanno indicato che i bambini che hanno un berretto da culla spesso hanno un familiare con condizioni come eczema e asma.

Prevenzione del cappuccio della culla

Il cappuccio della culla non è normalmente nulla di cui preoccuparsi e si risolve da solo. Perché nessuno è troppo sicuro del perché il cappuccio della culla si verifica, non è possibile prevenirlo.

Tuttavia, se un caso di protezione della culla è stato trattato e i cerotti sono stati eliminati, il lavaggio e la spazzolatura delicati, come descritto in precedenza, impediranno il ripetersi.

Complicazioni del cappuccio della culla

Sebbene la protezione della culla sia raramente seria, dovrebbe essere monitorata nel caso in cui peggiori.

Se si verifica uno dei seguenti casi, è consigliabile consultare un medico:

  • Le aree iniziano a diventare rosse
  • Le toppe cominciano a sembrare irritate
  • L’area interessata si diffonde sul viso o inizia a comparire sul corpo
  • Si verifica un’eruzione da pannolino
  • Il bambino sviluppa un’infezione all’orecchio fungino
  • Appaiono i segni di mughetto.

Se c’è un’infezione fungina, può sviluppare e consentire la crescita di batteri.

In un caso più grave di protezione della culla, i batteri possono svilupparsi in aree che potrebbero essere crepate o sanguinanti.

È inoltre di vitale importanza informare il medico di eventuali altri problemi, come la diarrea, in quanto questi potrebbero essere collegati alla protezione della culla.

I sintomi del cappuccio culla

[pettine con cappuccio a culla]

È più probabile che un bambino viva la capsula della culla alla nascita o poco dopo la nascita.

Ci sarà:

  • Macchie di cuoio capelluto gialle e grasse
  • Scaglie di pelle simile a forfora sul cuoio capelluto
  • Aree gialle croccanti sul cuoio capelluto
  • Aree del cuoio capelluto che sono come scale

L’area interessata potrebbe diventare rossa.

Il cappuccio della culla inizia in genere sul cuoio capelluto del bambino e può diffondersi nell’area dietro le orecchie.

Può anche apparire in chiazze sul naso, palpebre, inguine, ascelle e schiena delle ginocchia.

Quando appare sul corpo, non è noto come cappuccio della culla, ma come condizione della pelle, eczema seborroico.

È importante non raccogliere o graffiare l’area, poiché ciò potrebbe causare infezioni. Dopo che un cerotto cade o viene rimosso, ci può essere perdita di capelli in quella zona.

Like this post? Please share to your friends: