Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Tutto quello che devi sapere sul prolasso rettale

Il prolasso rettale è quando parte del retto sporge dall’ano. Il retto è l’ultima parte dell’intestino crasso ed è dove le feci vengono immagazzinate prima di essere passate.

Il prolasso si verifica quando il retto si distacca dal corpo e esce attraverso l’ano, trasformandosi efficacemente in se stesso.

Il prolasso rettale è una condizione relativamente rara, con l’American Society of Colon e il Chirurgo rettale che stimano che colpisce meno di 3 su 100.000 persone.

Fatti veloci sul prolasso rettale:

  • Un prolasso rettale tende a diventare gradualmente visibile nel tempo.
  • Spesso è associato a muscoli deboli nel bacino.
  • Ci possono essere complicazioni se non vengono trattate tempestivamente e correttamente.
  • Il trattamento dipenderà dall’età, dalla salute generale e dalla causa del prolasso.

tipi

Esistono tre tipi di prolasso rettale:

  • A tutto spessore: l’intero spessore del muro del retto sporge attraverso l’ano. Questo è il tipo più comune di prolasso rettale. Può esserci una protrusione parziale o completa.
  • Mucosale: solo il rivestimento dell’ano (noto come la mucosa) sporge attraverso l’ano.
  • Interno: il retto si piega su se stesso ma non sporge attraverso l’ano.

Cause, fattori di rischio e condizioni correlate

Infermiera con modello di retto e ano in su.

Esiste una serie di fattori di rischio e cause associati al prolasso rettale, sebbene i medici non comprendano appieno il motivo per cui alcune persone lo capiscono.

Può essere attivato da una varietà di cose, tra cui:

  • gravidanza
  • costipazione o tensione cronica
  • diarrea – presente in circa il 15% delle persone
  • condizioni che fanno tossire molto una persona

Ci sono anche alcune condizioni neurologiche che influenzano i nervi associati al prolasso rettale:

  • sclerosi multipla
  • malattia del disco lombare
  • tumori spinali
  • lesioni alla zona lombare o pelvica

Il prolasso rettale è più comune negli adulti rispetto ai bambini, ed è particolarmente diffuso nelle donne di età pari o superiore a 50 anni, che hanno una probabilità sei volte maggiore di essere colpite rispetto agli uomini.

La maggior parte delle donne con prolasso rettale ha 60 anni, mentre la maggior parte degli uomini ha 40 anni o meno.

Nel caso delle donne anziane, il prolasso rettale si verifica spesso contemporaneamente a un utero prolasso o alla vescica. Ciò è dovuto alla debolezza generale dei muscoli del pavimento pelvico.

Sintomi e complicanze

Uomo seduto sulla toilette.

All’inizio, la persona potrebbe notare solo un nodulo o gonfiore che esce dal loro ano quando hanno un movimento intestinale.

Inizialmente, la persona potrebbe essere in grado di spingere indietro il prolasso rettale. Nel corso del tempo, tuttavia, il prolasso potrebbe protrudere in modo permanente e una persona non sarà in grado di respingere il prolasso.

Col passare del tempo, può verificarsi un prolasso rettale quando una persona tossisce, starnutisce o si alza in piedi. Alcune persone con un prolasso rettale lo hanno descritto come “seduto su una palla”.

Alcune persone possono sperimentare un prolasso rettale interno, che è diverso in quanto il prolasso non sporgerà. Tuttavia, la persona potrebbe sentirsi come se non avesse passato tutto durante un movimento intestinale.

Altri sintomi di un prolasso rettale includono:

  • difficoltà a controllare i movimenti intestinali, che si verificano in circa il 50-75% dei casi
  • sangue rosso vivo che esce dal retto
  • sconforto
  • costipazione, presente in circa il 25-50 per cento delle persone che hanno un prolasso rettale

Le complicazioni includono:

  • Prolasso strangolato: questo si verifica quando parte del retto rimane intrappolata e interrompe l’afflusso di sangue, causando la morte dei tessuti. Questo può sviluppare la cancrena e l’area diventerà nera e si sposterà. È raro e richiede un intervento chirurgico.
  • Sindrome dell’ulcera rettale solitaria: presente nel prolasso della mucosa, le ulcere possono svilupparsi sulla parte del retto che si sporge. Questa complicazione spesso richiede un intervento chirurgico.
  • Prolasso ricorrente: le persone che hanno un intervento chirurgico per il prolasso rettale possono avere un altro prolasso a un certo punto nel futuro.

Quando vedere un dottore

Sebbene un prolasso rettale non sia spesso definito come un problema medico di emergenza, può essere scomodo, imbarazzante e avere un significativo effetto negativo sulla vita fisica e mentale della persona.

Pertanto è essenziale per chiunque abbia notato segni o sintomi di prolasso rettale vedere un medico il prima possibile.

Più a lungo una persona rinvia al trattamento per il prolasso rettale maggiore è la possibilità di problemi permanenti, come l’incontinenza e il danno ai nervi.

Diagnosi

Al fine di diagnosticare un prolasso rettale, il medico esaminerà la storia clinica della persona, chiederà loro i loro sintomi e condurrà un esame fisico.

Un esame fisico coinvolgerà il dottore inserendo un dito lubrificato e inguantato nel retto. Mentre questo può essere scomodo e probabilmente imbarazzante, non dovrebbe essere doloroso ed è molto importante per una diagnosi accurata.

Ulteriori test possono essere richiesti per chiarire la diagnosi o escludere altri processi, che includono:

  • Proctografia: un tipo di raggi X che mostra il retto e il canale anale durante un movimento intestinale.
  • Colonscopia: una lunga e flessibile fotocamera tubulare chiamata colonscopio viene inserita per osservare da vicino l’intestino crasso e il retto.
  • Ultrasuoni endoanal: una sonda ultrasonica sottile esamina i muscoli utilizzati per controllare l’intestino

Opzioni di trattamento e gestione

Chirurghi che lavorano in sala operatoria.

In primo luogo, è importante trattare la stitichezza. Questo potrebbe essere ottenuto mangiando un sacco di cibi ricchi di fibre, come frutta, verdura e cereali integrali.

Possono anche essere raccomandati lassativi lassativi, che aiutano una persona ad avere un movimento intestinale senza sforzo, oltre a bere molta acqua.

Se ciò non funziona, allora la chirurgia può essere consigliata. Il tipo di intervento dipenderà da una serie di fattori:

  • tipo di prolasso
  • l’età della persona
  • altri problemi medici
  • se la persona è stitica o no

Esistono due tipi generali di intervento chirurgico per il prolasso rettale:

  • Addominale: ingresso attraverso la pancia attraverso un taglio o diversi tagli nella parete addominale. Spesso usato per prolasso a tutto spessore.
  • Perineale: coinvolge il taglio del segmento a tutto spessore del retto prolasso. Adatto a persone che non possono avere un anestetico generale.

Prolasso rettale o emorroidi?

Il prolasso rettale può essere confuso con le emorroidi, che sono anche conosciute come pile. Questo perché entrambe le condizioni influenzano l’ultima sezione dell’intestino e hanno sintomi simili.

Mentre il prolasso rettale colpisce la parete del retto, le emorroidi colpiscono i vasi sanguigni nel canale anale. Queste due condizioni richiedono un trattamento diverso, quindi è importante ottenere la diagnosi corretta.

Prevenzione

Ci sono alcuni cambiamenti nello stile di vita che le persone possono fare per cercare di evitare il prolasso rettale, tra cui:

  • mangiare molta fibra
  • bere molta acqua
  • esercitarsi regolarmente
  • evitando sforzi eccessivi durante un movimento intestinale

Porta via

La maggior parte delle persone guarisce completamente dopo il trattamento per il prolasso rettale e conduce una vita normale.

Tuttavia, una corretta guarigione è fondamentale e il tempo necessario dipende dal tipo di trattamento.

In genere, le persone che hanno subito un intervento chirurgico trascorrono da 3 a 5 giorni in ospedale dopo l’operazione e la maggior parte di esse effettua un recupero completo entro 3 mesi. Dopo aver subito un intervento chirurgico per un prolasso rettale, le persone dovrebbero evitare sforzi e sollevamenti pesanti per almeno 6 mesi dopo.

Like this post? Please share to your friends: