Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto quello che devi sapere sulla contrazione delle palpebre

Le contrazioni delle palpebre possono essere scomode e causare irritazione.

Tuttavia, se sperimentati senza altri sintomi, sono raramente pericolosi.

Le cause

Occhio della donna

A volte, l’attività elettrica nel cervello fa sì che le cellule nervose trasmettano segnali ai muscoli, causando spasmi. Questi spasmi non derivano da stimoli interni o esterni e non durano a lungo.

È probabile che una contrazione palpebra di una volta sia il risultato di questo fenomeno.

Se una contrazione delle palpebre dura da alcuni minuti a qualche giorno, potrebbe essere causata da un’eccessiva stimolazione o affaticamento muscolare a causa di:

  • assunzione eccessiva di caffeina
  • modelli di sonno interrotti o insufficienti
  • stress
  • occhi asciutti

Migliorare i modelli di sonno, bere meno caffè o usare gocce lubrificanti di solito può risolvere una semplice contrazione delle palpebre senza cure mediche.

Se una contrazione palpebrale persiste, una persona dovrebbe visitare un oculista (oculista) in quanto potrebbe avere una condizione più grave che richiede un trattamento.

Condizioni correlate

Le forme più comuni di contrazione palpebrale cronica sono il blefarospasmo essenziale benigno e lo spasmo emifacciale.

Il blefarospasmo essenziale benigno è una rara malattia neurologica che provoca spasmi e contrazioni muscolari intorno agli occhi.

Inizialmente può sembrare simile a una contrazione palpebra di base, ma può deteriorarsi se non trattata. In alcuni casi, gli spasmi diventano abbastanza gravi da spremere le palpebre per ore alla volta.

I ricercatori sono ancora incerti sulle cause del blefarospasmo essenziale. Molti credono che sia una combinazione di fattori sia ambientali che genetici.

Una teoria comune è che questi fattori causano il malfunzionamento dei gangli della base del cervello. I gangli della base sono coinvolti nella regolazione della funzione motoria e svolgono un ruolo significativo nell’inibire i movimenti irregolari.

Secondo l’Organizzazione Nazionale per i Disturbi Rari, il blefarospasmo essenziale ha diversi sintomi iniziali che possono aiutare a distinguerlo da una contrazione basale:

  • entrambi gli occhi sono coinvolti
  • l’individuo lampeggia frequentemente
  • altri muscoli del viso sperimentano spasmi
  • gli occhi si irritano in condizioni di luce intensa e situazioni stressanti
  • gli spasmi durano solitamente un’ora

Lo spasmo emifacciale può inizialmente essere confuso per una semplice contrazione oculare, poiché la condizione di solito inizia colpendo i muscoli che circondano l’occhio.

Tuttavia, questi spasmi si diffonderanno ad altri muscoli sullo stesso lato del viso, causando la contrazione spontanea della mascella, della bocca, della guancia e dei muscoli del collo.

Lo spasmo emifacciale è anche una condizione rara, ma non è causata da un malfunzionamento delle strutture del cervello profondo. Invece, i ricercatori credono che lo spasmo emifacciale sia causato dall’irritazione del nervo facciale. Questa irritazione potrebbe verificarsi se un vaso sanguigno confinante esercita troppa pressione sul nervo.

Alcune altre differenze che potrebbero essere utili nel raccontare lo spasmo emifacciale a parte il blefarospasmo e la contrazione dell’occhio di base sono:

  • la condizione di solito colpisce un occhio
  • una persona può provare debolezza muscolare facciale tra le contrazioni
  • gli spasmi emifacciali tendono ad essere coerenti di intensità
  • alcune persone sentiranno uno schiocco nell’orecchio sul lato della testa interessato
  • spasmi emifacciali possono durare da diversi giorni a pochi mesi

Altre condizioni

Palpebra infiammata

Altri disturbi motori che condividono le caratteristiche con blefarospasmo benigno e spasmo emifacciale includono:

  • Paralisi di Bell: questo disturbo provoca una paralisi temporanea su un lato del viso a causa di infiammazione o trauma dei nervi facciali. La maggior parte degli scienziati ritiene che sia causata da un’infezione virale.
  • Sindrome di Meige: si tratta di un raro disturbo neurologico che comporta spasmi simultanei nelle guance, nella bocca, nella lingua e nel collo.
  • Discinesia tardiva: si tratta di un disturbo del movimento caratterizzato da contorcimenti involontari della lingua, della bocca o delle labbra, nonché una maggiore frequenza di battito. La maggior parte dei casi si sviluppa come effetto collaterale dell’uso di farmaci antipsicotici a lungo termine.

Le persone con malattie neurodegenerative, come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson, possono anche provare spasmi alle palpebre. Tuttavia, una persona affetta da uno di questi disturbi potrebbe anche sperimentare molti altri sintomi indicativi, come difficoltà cognitive, tremori o difficoltà nel muoversi.

La sindrome di Tourette può anche comportare una contrazione palpebrale più ripetitiva e modellata che sarà probabilmente accompagnata da almeno un altro tic motorio o vocale.

In alcuni casi, una contrazione delle palpebre è causata da lesioni fisiche o irritazione dell’occhio stesso, piuttosto che dall’irritazione nervosa o dalla disfunzione neurologica. Alcuni esempi tipici sono:

  • cornea graffiata
  • ciglia incarnite, o trichiasi
  • palpebra infiammata o blefarite
  • palpebra piegata verso l’interno o entropion

Diagnosi e trattamento

Sia il blefarospasmo che lo spasmo emifacciale richiedono la diagnosi e il trattamento da uno specialista.

blefarospasmo

Non ci sono test di laboratorio specifici per diagnosticare il blefarospasmo, quindi è importante consultare un oculista.

Un oftalmologo eseguirà anche una valutazione clinica approfondita, tenendo conto della storia clinica della persona con una contrazione degli occhi.

Se diagnosticato con blefarospasmo, ci sono diverse opzioni di trattamento. Questi includono:

  • Iniezione di Botox (tossina botulinica): questa è considerata la migliore forma di trattamento. Le iniezioni indeboliscono i muscoli che controllano la palpebra, contribuendo ad alleviare eventuali spasmi. Gli effetti del Botox di solito durano per circa 3 mesi, quindi devono essere ripetuti.
  • Farmaci orali: se le iniezioni di Botox non alleviano i sintomi, i medici possono prescrivere farmaci che aiutano a inibire i segnali motori eccessivi dal cervello.
  • Chirurgia: questo può essere necessario se nessun altro trattamento ha successo.Secondo la Benign Essential Blefharospasm Research Foundation, il rimedio chirurgico più efficace per il blefarospasmo è una miectomia. Questa procedura comporta la rimozione di alcuni o tutti i muscoli coinvolti nella chiusura palpebrale. Questa opzione è l’ultima risorsa e i medici eseguiranno l’intervento solo se il blefarospasmo provoca una perdita funzionale della vista.

Un altro trattamento sotto esame è chiamato stimolazione cerebrale profonda.

In questo metodo, un elettrodo viene impiantato nel cervello per aiutare a regolare le aree del motore malfunzionanti. Gli studi hanno dimostrato che questo può trattare il blefarospasmo.

Spasmo emifacciale

Uomo con un'iniezione di botox sopra l'occhio.

Lo spasmo emifacciale non può essere diagnosticato con un singolo test e richiede una valutazione specialistica completa.

I trattamenti per lo spasmo emifacciale sono simili a quelli del blefarospasmo. Le due opzioni più comuni sono:

  • Iniezioni di Botox: questo è il metodo di trattamento più comune per lo spasmo emifacciale.
  • Chirurgia: la chirurgia più efficace per lo spasmo emifacciale è chiamata decompressione microvascolare. In questa procedura, una piccola spugna viene impiantata a fianco del nervo facciale per attutirlo dal vaso sanguigno che causa l’irritazione.

Lesioni fisiche o irritazioni alla palpebra o agli occhi di solito non sono gravi. Il trattamento potrebbe comportare pomate antibiotiche e steroidi per ridurre l’infiammazione o un intervento chirurgico minore per correggere il piegamento delle palpebre.

Dovresti preoccuparti?

Mentre è importante valutare una contrazione delle palpebre se dura più di una settimana, non c’è motivo di allarme. Uno spasmo palpebrale da solo raramente è un segno di qualsiasi disturbo neurologico grave e di solito si risolve da solo.

Nelle rare presentazioni di blefarospasmo essenziale o spasmo emifacciale, è importante notare che nessuno dei due è pericoloso per la vita e che entrambi possono essere facilmente gestiti.

Like this post? Please share to your friends: