Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Tutto quello che devi sapere sulla febbre della valle

La febbre della valle è una malattia fungina che si verifica solo in alcune parti degli Stati Uniti e del Sud America. Una persona può contrarla solo inalando spore fungine.

Può portare a febbre, dolore al petto, tosse e altri sintomi.

La febbre della valle è causata dal fungo o da). È anche conosciuto come coccidioidomicosi, malattia della California, reumatismi del deserto e febbre della valle di San Joaquin.

La febbre non passa tra gli umani. Una persona infetta non trasmetterà la malattia ad un’altra persona.

Negli stati in cui il fungo è attivo, ci sono 42,6 casi ogni 100.000 persone ogni anno, in media.

Sintomi

Esistono tre diversi tipi di febbre da valle.

Febbre acuta della valle

[La febbre della valle più comune in Arizona]

I sintomi iniziali sono lievi. Alcune persone non hanno alcun sintomo e sanno solo dell’infezione quando sono risultati positivi durante un esame della pelle o del sangue.

L’Università dell’Arizona stima che oltre il 60% delle persone infette non ha sintomi o non ha esperienza di sintomi simil-influenzali e non cerca mai assistenza medica.

Segni e sintomi possono comparire circa 1 o 3 settimane dopo l’esposizione.

Possono includere:

  • dolore al petto – può essere lieve o abbastanza grave
  • brividi
  • tosse
  • fatica
  • febbre
  • mal di testa
  • dolori articolari
  • dolori muscolari
  • sudorazioni notturne
  • mancanza di respiro

Si può verificare un’eruzione cutanea. Questo generalmente consiste in chiazze rosse a chiazze sulla parte inferiore delle gambe, che possono essere dolorose. Alla fine, diventano marroni, noti come eritema nodoso.

L’eruzione cutanea può anche apparire sulla schiena, sulle braccia o sul petto. Più raramente, può produrre vesciche.

Le persone che sono altrimenti in buona salute normalmente guariranno completamente entro 6 mesi.

Nei pazienti con sintomi gravi, il completo recupero può richiedere fino a un anno. L’affaticamento e i dolori alle articolazioni possono persistere più a lungo.

Febbre della valle cronica

Raramente, un paziente con febbre della valle acuta non raggiunge un completo recupero e la condizione progredisce in una forma cronica di polmonite.

Questo è più probabile in quelli con un sistema immunitario indebolito.

Segni e sintomi includono:

  • leggera febbre
  • perdita di peso
  • tosse
  • dolore al petto
  • sputo macchiato di sangue (espettorato)
  • noduli polmonari

La gravità dei sintomi può variare tra gli individui e nel tempo.

Febbre della valle disseminata

Questa è la forma più grave di febbre da valle. Succede quando l’infezione si diffonde dai polmoni ad altre parti del corpo attraverso il flusso sanguigno.

Può colpire molti organi, in particolare la pelle, il fegato, il cervello, le ossa, le meningi e il cuore.

Segni e sintomi variano a seconda delle parti del corpo interessate.

Possono includere:

  • lesioni cutanee
  • lesioni del cranio, che sono spesso dolorose
  • lesioni nella colonna vertebrale e altre ossa
  • articolazioni gonfie, che sono solitamente dolorose
  • meningite o infiammazione delle membrane intorno al cervello e al midollo spinale
  • dolori muscolari e rigidità
  • mal di testa
  • febbre
  • rigidità del collo o della spalla
  • cambiamento di stato mentale
  • fotofobia, o sensibilità alla luce

Senza trattamento, può essere fatale.

Fattori e cause di rischio

[La febbre della valle si trova principalmente negli Stati Uniti]

Un numero di fattori comuni aumenta la probabilità di contrarre la febbre della valle.

Posizione geografica: il rischio è maggiore nelle aree in cui sono probabili le spore di funghi, come Arizona, Nuovo Messico, Texas, Utah, Nevada e Messico nord-occidentale. Se la persona inala le spore, può essere infettata.

In queste aree, le persone il cui lavoro coinvolge un terreno inquietante hanno un rischio più elevato. Esempi sono la costruzione, lo scavo, il lavoro agricolo o lo scavo archeologico.

Etnia: filippini, amerindi ispanici, nativi nordamericani e asiatici hanno un rischio più elevato di sviluppare infezioni con sintomi, rispetto ai caucasici.

Gravidanza: nelle zone in cui la febbre della valle è endemica, c’è un maggior rischio di infezione durante il terzo trimestre di gravidanza e immediatamente dopo il parto.

Diabete: gli individui con diabete che vivono in aree in cui esiste la febbre della valle hanno un rischio più elevato di contrarre l’infezione, rispetto ad altre persone nelle stesse aree.

Sistema immunitario debole: le persone con un sistema immunitario indebolito hanno un rischio più elevato di infezione e complicanze. Questo include i pazienti con HIV o AIDS e quelli che ricevono farmaci steroidei, chemioterapia o farmaci immunosoppressori. Le persone con cancro possono anche essere più sensibili.

Età avanzata: le persone anziane hanno maggiori probabilità di sviluppare la febbre della valle.

Le cause

La febbre della valle è causata da un fungo, o o.

Il fungo cresce come una muffa nel terreno. In questa forma di muffa, il fungo può sopravvivere per un tempo molto lungo in condizioni difficili, come siccità, caldo o freddo. Sviluppa lunghi filamenti che si staccano e diventano dispersi nell’aria come spore. Respirare le spore può causare infezioni.

ed esistono in terreni desertici alcalini, come quelli che si trovano nel Messico nordoccidentale, nella San Joaquin Valley in California, nel Nevada, nel New Mexico, in Texas e in Arizona. La febbre della valle si verifica anche in alcune parti del Sud e Centro America.

Diagnosi e trattamento

Un medico non può diagnosticare la febbre della valle solo identificando i segni e i sintomi, in quanto questi potrebbero indicare un’altra malattia, come l’influenza.

Se il medico sospetta la febbre della valle, specifici test diagnostici possono controllare la presenza di sferule coccidioides o di cisti nel sangue, nei tessuti o nella saliva.

I test possono includere:

  • Prelievo di espettorato: viene prelevato un campione di espettorato e testato per verificare la presenza di coccidioidi. L’espettorato viene espettorato o preso direttamente dai polmoni, dalla trachea o dai bronchi.
  • Esame del sangue: rilevano se ci sono anticorpi contro il fungo.

Altri test, come il test delle urine Polymerase Chain Reaction (PCR), sono stati esaminati per aiutare con la diagnosi.

Trattamento

La maggior parte delle persone non ha bisogno di cure per la febbre della valle. Anche nei casi più gravi, il trattamento migliore è normalmente riposare e consumare molti liquidi, come con l’influenza o il raffreddore.

[Diagnosis valley fever]

Tuttavia, il paziente deve essere attentamente monitorato.

I farmaci antifungini possono essere prescritti se il paziente:

  • ha un sistema immunitario debole, a causa di cancro o trattamento del cancro, HIV o AIDS, o qualche altra ragione
  • ha una malattia grave o significativamente debilitante
  • ha il diabete o è fragile a causa di altre condizioni mediche o età
  • è incinta
  • è di origine africana o filippina

I farmaci usati per trattare la febbre della valle sono il fluconazolo (Diflucan) e l’itraconazolo (Sporanox).

Gli effetti collaterali possono includere:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • dolore addominale

In caso di infezione grave, il paziente può essere somministrato amfotericina per via endovenosa.

Sebbene questi farmaci antifungini controllino il fungo, non lo eliminano. Rimane il rischio di ricaduta.

complicazioni

Le complicazioni sono rare, ma possono interessare quelle dei gruppi a più alto rischio.

Loro includono:

  • polmonite, che può essere grave
  • noduli polmonari rotti o cavità polmonari

La maggior parte dei noduli andrà via, ma alcuni potrebbero rompersi, provocando forti dolori al petto e difficoltà respiratorie.

Il paziente può aver bisogno di un tubo inserito nello spazio intorno ai polmoni per rimuovere l’aria. A volte è necessario un intervento chirurgico.

La complicanza più grave è quando la malattia si diffonde. Il fungo si diffonde attraverso il flusso sanguigno in varie parti del corpo e questo può colpire molti organi.

Il paziente può sviluppare ulcere cutanee, lesioni ossee, ascessi, dolore articolare grave, infiammazione del cuore, problemi alle vie urinarie e meningite.

Uno studio pubblicato nel 2016 ha scoperto che la febbre della valle può peggiorare i sintomi dell’asma, ma che l’asma non rende una persona più suscettibile alla febbre della valle.

Like this post? Please share to your friends: