Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Tutto quello che devi sapere sulla tubercolosi

La tubercolosi è una malattia infettiva che di solito colpisce i polmoni. Rispetto ad altre malattie causate da un singolo agente infettivo, la tubercolosi è il secondo più grande killer, a livello globale.

Nel 2015, 1,8 milioni di persone sono morte a causa della malattia, con 10,4 milioni di ammalati.

Nei secoli XVIII e XIX, un’epidemia di tubercolosi dilagò in tutta Europa e nel Nord America, prima che il microbiologo tedesco Robert Koch scoprisse le cause microbiche della tubercolosi nel 1882.

A seguito della scoperta di Koch, lo sviluppo di vaccini e un efficace trattamento farmacologico portarono alla convinzione che la malattia fosse quasi sconfitta. A un certo punto, infatti, le Nazioni Unite hanno previsto che la tubercolosi (TB) sarebbe stata eliminata in tutto il mondo entro il 2025.

Tuttavia, a metà degli anni ’80, i casi di tubercolosi cominciarono a crescere in tutto il mondo, tanto che nel 1993 l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) dichiarò che la tubercolosi era un’emergenza globale; la prima volta che una malattia era stata etichettata come tale.

Fatti veloci sulla tubercolosi

Ecco alcuni punti chiave sulla tubercolosi. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che 9 milioni di persone all’anno si ammalano di tubercolosi, con 3 milioni di questi “persi” dai sistemi sanitari
  • La tubercolosi è tra le prime 3 cause di morte per le donne tra i 15 ei 44 anni
  • I sintomi della tubercolosi (tosse, febbre, sudorazione notturna, perdita di peso, ecc.) Possono essere lievi per molti mesi e le persone malate di tubercolosi possono infettare fino a 10-15 altre persone attraverso uno stretto contatto nel corso di un anno
  • La tubercolosi è un agente patogeno presente nell’aria, il che significa che i batteri che causano la tubercolosi possono diffondersi nell’aria da persona a persona

Cos’è la tubercolosi?

Dottore guardando a raggi x

I medici fanno una distinzione tra due tipi di infezione da tubercolosi: latenti e attivi.

TB latente: i batteri rimangono nel corpo in uno stato inattivo. Non causano sintomi e non sono contagiosi, ma possono diventare attivi.

TBC attiva: i batteri causano sintomi e possono essere trasmessi agli altri.

Si ritiene che circa un terzo della popolazione mondiale abbia una TB latente. C’è una probabilità del 10% di diventare TB latente attiva, ma questo rischio è molto più alto nelle persone che hanno un sistema immunitario compromesso, cioè persone che vivono con HIV o malnutrizione o persone che fumano.

La tubercolosi colpisce tutte le fasce d’età e tutte le parti del mondo. Tuttavia, la malattia colpisce soprattutto i giovani adulti e le persone che vivono nei paesi in via di sviluppo. Nel 2012, l’80% dei casi di tubercolosi segnalati si è verificato in soli 22 paesi.

Diagnosi di tubercolosi

Donna che ha iniezione

Per verificare la presenza di TB, un medico userà uno stetoscopio per ascoltare i polmoni e controllare il gonfiore dei linfonodi. Chiederanno anche dei sintomi e della storia medica oltre a valutare il rischio individuale di esposizione alla tubercolosi.

Il test diagnostico più comune per la tubercolosi è un test cutaneo in cui una piccola iniezione di tubercolina PPD, un estratto del batterio della tubercolosi, viene effettuata appena sotto l’avambraccio interno.

Il sito di iniezione deve essere controllato dopo 2-3 giorni e, se un urto rosso duro si è gonfiato fino a una dimensione specifica, è probabile che sia presente TB.

Sfortunatamente, il test cutaneo non è accurato al 100% ed è noto che fornisce letture positive e negative errate.

Tuttavia, ci sono altri test disponibili per diagnosticare la tubercolosi. Gli esami del sangue, i raggi X del torace e gli esami dell’espettorato possono essere utilizzati per testare la presenza di batteri TB e possono essere utilizzati insieme a un test cutaneo.

La MDR-TB è più difficile da diagnosticare rispetto alla tubercolosi normale. È anche difficile diagnosticare la tubercolosi normale nei bambini.

Trattamenti per la tubercolosi

La maggior parte dei casi di tubercolosi può essere curata quando il farmaco giusto è disponibile e somministrato correttamente. Il tipo e la durata del trattamento antibiotico dipendono dall’età della persona, dalla salute generale, dalla potenziale resistenza ai farmaci, dal fatto che la TB sia latente o attiva e posizione dell’infezione (cioè polmoni, cervello, reni).

Le persone con TB latente possono aver bisogno di un solo tipo di antibiotici TB, mentre le persone con TB attiva (in particolare MDR-TB) spesso richiedono una prescrizione di più farmaci.

Di solito gli antibiotici devono essere assunti per un tempo relativamente lungo. Il tempo standard per un ciclo di antibiotici TB è di circa 6 mesi.

I farmaci per la tubercolosi possono essere tossici per il fegato, e sebbene gli effetti collaterali siano rari, quando si manifestano, possono essere abbastanza seri. Eventuali effetti collaterali dovrebbero essere segnalati a un medico e includere:

  • Urina scura
  • Febbre
  • itterizia
  • Perdita di appetito
  • Nausea e vomito

È importante che ogni ciclo di trattamento sia completato completamente, anche se i sintomi della TB sono scomparsi. Qualsiasi batterio sopravvissuto al trattamento potrebbe diventare resistente al farmaco prescritto e potrebbe portare a sviluppare MDR-TB in futuro.

La terapia osservata direttamente (DOT) può essere raccomandata. Ciò coinvolge un operatore sanitario che amministra i farmaci per la tubercolosi per assicurare che il ciclo di trattamento sia completato.

Che cosa causa la tubercolosi?

Il batterio causa la tubercolosi. Si diffonde nell’aria quando una persona con TB (i cui polmoni sono colpiti) tossisce, starnutisce, sputa, ride o parla.

La tubercolosi è contagiosa, ma non è facile da cogliere. Le probabilità di prendere TB da qualcuno con cui vivi o con cui lavori sono molto più alte che da un estraneo. La maggior parte delle persone con TB attiva che hanno ricevuto un trattamento adeguato per almeno 2 settimane non sono più contagiose.

Poiché gli antibiotici hanno iniziato a essere utilizzati per combattere la tubercolosi, alcuni ceppi sono diventati resistenti ai farmaci. La TB multiresistente (MDR-TB) si presenta quando un antibiotico non riesce a uccidere tutti i batteri, con i batteri sopravvissuti che sviluppano resistenza a quell’antibiotico e spesso altri allo stesso tempo.

MDR-TB è curabile e curabile solo con l’uso di farmaci anti-TB molto specifici, che sono spesso limitati o non facilmente disponibili. Nel 2012, circa 450.000 persone hanno sviluppato MDR-TB.

Prevenzione della tubercolosi

Maschera viso

Alcune misure generali possono essere adottate per prevenire la diffusione della TB attiva.

Evitare altre persone non andando a scuola o al lavoro, o dormendo nella stessa stanza di qualcuno, aiuterà a minimizzare il rischio che i germi raggiungano chiunque altro.

Indossare una maschera, coprire la bocca e le stanze di ventilazione può anche limitare la diffusione dei batteri.

Vaccinazione contro la tubercolosi

In alcuni paesi, le iniezioni di BCG vengono somministrate ai bambini per vaccinarli contro la tubercolosi. Non è raccomandato per l’uso generale negli Stati Uniti perché non è efficace negli adulti e può influire negativamente sui risultati delle diagnosi dei test cutanei.

La cosa più importante da fare è finire interi cicli di farmaci quando vengono prescritti. I batteri MDR-TB sono molto più letali dei normali batteri TB. Alcuni casi di MDR-TB richiedono lunghi cicli di chemioterapia, che possono essere costosi e causare gravi reazioni avverse ai farmaci nei pazienti.

Fattori di rischio

Le persone con un sistema immunitario compromesso sono maggiormente a rischio di sviluppare tubercolosi attiva. Ad esempio, l’HIV sopprime il sistema immunitario, rendendo più difficile per il corpo controllare i batteri della tubercolosi. Le persone che sono infettate sia dall’HIV che dalla TBC hanno una probabilità del 20-30% in più di sviluppare la tubercolosi attiva rispetto a quelle che non hanno l’HIV.

È stato anche riscontrato che l’uso del tabacco aumenta il rischio di sviluppare la tubercolosi attiva. Circa l’8% dei casi di tubercolosi in tutto il mondo sono legati al fumo.

Le persone con le seguenti condizioni hanno un rischio maggiore:

  • diabete
  • alcuni tipi di cancro
  • malnutrizione
  • malattie renali

Inoltre, le persone che stanno subendo la terapia del cancro, chiunque sia molto giovane o vecchio, e le persone che abusano di droghe sono più a rischio.

Viaggiare in alcuni paesi in cui la tubercolosi è più comune aumenta anche il livello di rischio.

Paesi con tassi di tubercolosi più elevati

I seguenti paesi hanno i tassi di TB più elevati, a livello globale:

  • Africa – in particolare Africa occidentale e Africa sub-sahariana
  • afghanistan
  • Sud-est asiatico: inclusi Pakistan, India, Bangladesh e Indonesia
  • Cina
  • Russia
  • Sud America
  • Regione del Pacifico occidentale – comprese Filippine, Cambogia e Vietnam

complicazioni

Se non trattata, la TB può essere fatale. Anche se colpisce principalmente i polmoni, può anche diffondersi attraverso il sangue, causando complicazioni, come ad esempio:

  • Meningite: gonfiore delle membrane che coprono il cervello.
  • Dolore alla colonna vertebrale
  • Danno articolare
  • Danni al fegato o ai reni.
  • Disturbi cardiaci: questo è più raro.

prospettiva

Fortunatamente, con un trattamento adeguato, la stragrande maggioranza dei casi di tubercolosi è curabile. I casi di tubercolosi sono diminuiti negli Stati Uniti dal 1993, ma la malattia rimane una preoccupazione.

Senza un trattamento adeguato, fino a due terzi delle persone ammalate di tubercolosi moriranno.

Sintomi della tubercolosi

Mentre la TB latente è asintomatica, i sintomi della TB attiva includono quanto segue:

  • Tosse, a volte con muco o sangue
  • Brividi
  • Fatica
  • Febbre
  • Perdita di peso
  • Perdita di appetito
  • Sudorazioni notturne

La tubercolosi di solito colpisce i polmoni, ma può interessare anche altre parti del corpo. Quando la tubercolosi si verifica fuori dai polmoni, i sintomi variano di conseguenza. Senza trattamento, la TBC può diffondersi in altre parti del corpo attraverso il flusso sanguigno:

  • La TBC che infetta le ossa può portare a dolore spinale e distruzione articolare
  • La tubercolosi che infetta il cervello può causare la meningite
  • La tubercolosi che infetta fegato e reni può compromettere le loro funzioni di filtrazione dei rifiuti e portare a sangue nelle urine
  • La TBC che infetta il cuore può compromettere la capacità del cuore di pompare il sangue, determinando una condizione chiamata tamponamento cardiaco che può essere fatale
Like this post? Please share to your friends: