Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Tutto sugli effetti collaterali

Gli effetti collaterali si verificano quando un trattamento causa un problema perché fa più che trattare il problema di destinazione. L’impatto può variare da lieve a grave e potenzialmente letale.

Un effetto collaterale può, in teoria, essere positivo. Ad esempio, il trattamento laser per la cataratta a volte migliora la vista di una persona.

Un effetto avverso o evento avverso significa un effetto collaterale indesiderato.

Il trattamento può essere un farmaco, una procedura chirurgica o un altro tipo di intervento, comprese terapie complementari e alternative.

Gli effetti avversi possono variare per ciascun paziente, a seconda della salute generale, dello stato della malattia, dell’età, del peso e del sesso. Possono essere lievi, moderati o gravi.

Quali sono gli effetti collaterali?

[Effetti collaterali delle pillole]

Il National Cancer Institute (NCI) definisce un effetto avverso come “un problema medico imprevisto che si verifica durante il trattamento con un farmaco o un’altra terapia”.

Gli effetti indesiderati possono derivare da consigli di un medico e da farmaci o trattamenti, comprese terapie complementari e alternative. Possono portare a complicazioni.

Rapporti da studi clinici descrivono eventi avversi (eventi avversi avversi) e eventi avversi gravi (SAE). Le SAE includono morte, difetti alla nascita, complicanze che richiedono il ricovero in ospedale o danni permanenti.

Effetti collaterali da farmaci

Qualsiasi farmaco può avere un effetto negativo, sia che si tratti di un farmaco su prescrizione, di un farmaco da banco (OTC), di una terapia alternativa, a base di erbe o complementare o di un integratore vitaminico.

Affinché un farmaco ottenga l’approvazione della Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti o di un organismo simile in un altro paese, il produttore del farmaco deve elencare tutti i suoi effetti avversi noti.

Gli effetti avversi devono essere riportati, studiati in studi clinici sull’uomo e inclusi nel foglio illustrativo (PIL) del paziente. Il PIL accompagna farmaci e dispositivi medici quando vengono venduti al pubblico.

La FDA incoraggia le persone a segnalare gli effetti avversi ai farmaci.

Gli effetti avversi possono derivare da non conformità o mancata aderenza, ovvero quando il paziente non segue le istruzioni del medico.

Esempi inclusi:

  • non prendere un farmaco che un medico ha prescritto
  • interrompere un esercizio per rafforzare un arto perché l’attività ha provocato dolore

È più probabile che gli effetti avversi dei farmaci si verifichino quando una persona usa per la prima volta il farmaco, quando smette di usarlo o quando cambia il dosaggio.

Cosa causa un effetto negativo?

Ci sono diverse ragioni per gli effetti collaterali legati ai farmaci.

Questi includono:

  • dosaggio, che potrebbe essere necessario aggiustare
  • una reazione individuale a un ingrediente nel farmaco
  • un farmaco uccide un tipo di cellula indesiderata ma distrugge anche cellule sane
  • interazioni tra farmaci

interazioni

Un’interazione tra farmaci avviene quando un’altra sostanza influenza l’attività di un farmaco. Questo potrebbe essere, per esempio, un altro farmaco, un alimento, una vitamina o un integratore o un olio essenziale.

[Effetti collaterali della droga]

L’altra sostanza può aumentare o ridurre l’effetto di un farmaco. A volte può causare un’azione completamente diversa.

Le interazioni farmaco-farmaco si verificano quando due farmaci interagiscono. Ad esempio, l’aspirina e il warfarin sono entrambi fluidificanti del sangue. Insieme, aumentano il rischio di sanguinamento e lividi.

Le interazioni farmaco-cibo si verificano quando un alimento altera ciò che il farmaco dovrebbe fare. Ad esempio, le statine riducono i livelli di colesterolo, ma mangiare cibi ricchi di grassi li aumenterà.

Le interazioni farmaco-erba possono anche verificarsi, ad esempio, l’uso di farmaci antidepressivi con erba di San Giovanni può provocare un umore iperattivo in una persona con disturbo bipolare.

I preparati OTC, come l’aspirina, possono attivare interazioni farmacologiche. È importante comunicare a un operatore sanitario quali farmaci stai già assumendo, inclusi integratori e farmaci da banco, al momento di assumere un nuovo farmaco.

Nei paesi in cui è possibile acquistare una vasta gamma di farmaci senza prescrizione, il rischio di interazioni tra farmaci è maggiore.

È importante notare che gli effetti avversi dei farmaci possono variare ampiamente, da lieve nausea a morte. Farmaci diversi hanno effetti diversi.

Tipi di effetto

Alcuni esempi comuni di effetti avversi lievi legati ai farmaci includono:

  • Stipsi
  • Eruzione cutanea o dermatite
  • Diarrea
  • Vertigini
  • Sonnolenza
  • Bocca asciutta
  • Mal di testa
  • Insonnia
  • Nausea

Esempi di effetti più gravi includono:

  • Pensieri suicidi
  • Ritmi cardiaci anormali
  • Emorragia interna
  • Cancro

Alcuni effetti sono più probabili di altri. Il PIL fornito con un farmaco o un dispositivo classificherà gli effetti in base alla loro probabilità.

Ad esempio, la ricerca potrebbe aver dimostrato che il mal di testa si verifica in 1 su 10 pazienti che usano il farmaco secondo le istruzioni. Le palpitazioni cardiache possono verificarsi in 1 su 100 pazienti.

È importante controllare il PIL per ottenere nuovi farmaci, per scoprire quali effetti possono verificarsi e quanto questi sono probabili. Il PIL informerà inoltre se un effetto è classificato come emergenza o meno.

Negli Stati Uniti, DailyMed fornisce informazioni sulla droga e i loro effetti attraverso la FDA. Offre una fonte online per i pazienti per verificare i dettagli dei loro farmaci.

Effetti collaterali delle vaccinazioni

Gli effetti collaterali possono verificarsi a seguito di un vaccino. Gli effetti dipenderanno dal tipo di vaccino.

[Iniezione del bambino]

Gli effetti collaterali comuni del vaccino includono:

  • Febbre
  • Una sensazione generale di malessere, noto come malessere
  • Reazioni cutanee o dolore nel sito di vaccinazione

Raramente, una persona può avere una reazione allergica a un vaccino.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) stimano che ciò avvenga in 1 ogni 1 milione di vaccini e che la reazione di solito compaia entro pochi minuti o poche ore dopo la vaccinazione.

Il CDC suggerisce che se una persona si sente svenire dopo una vaccinazione, deve sdraiarsi e riposare per 15 minuti.

I vaccini sono una buona idea?

Alcuni genitori si preoccupano degli effetti avversi a lungo termine di alcuni vaccini, anche se questi non sono stati pienamente dimostrati dalla ricerca.

La paura degli effetti collaterali fa sì che alcuni genitori non abbiano i loro figli vaccinati.

Tuttavia, malattie gravi e mortali possono derivare dal non avere una vaccinazione. Inoltre, meno persone hanno la vaccinazione, per esempio, contro il morbillo, maggiore è la minaccia per la salute pubblica e la possibilità di un’epidemia. In un’epidemia, coloro che non sono stati vaccinati saranno maggiormente a rischio.

È importante che i genitori valutino i pro ei contro della vaccinazione o meno della vaccinazione dei loro figli.

Trattamento per il cancro

Alcuni trattamenti contro il cancro, come la radioterapia da chemioterapia o una combinazione, mirano a distruggere un tumore oa ridurne le dimensioni. Il trattamento può causare affaticamento, nausea, vomito, perdita di capelli, ulcere alla bocca e un numero più basso di globuli rossi. Questi sono effetti negativi.

Radioterapia

La radioterapia uccide le cellule indesiderate, ma può anche danneggiare le cellule sane, quindi gli effetti avversi sono comuni.

Quanto sono gravi e quanto durano dipende da quale parte del corpo è mirata, la dose di radiazioni e quanto velocemente le cellule danneggiate possono recuperare.

Gli effetti collaterali possono includere:

  • Stanchezza, probabilmente a causa di anemia
  • Diarrea, soprattutto se il trattamento è per l’addome. I sintomi tendono ad apparire alcuni giorni dopo l’inizio del trattamento e scompariranno poche settimane dopo
  • Malattie cardiache, se il sito del tumore è vicino al cuore, ad esempio, nel trattamento del cancro al seno
  • La nausea può verificarsi in qualsiasi momento durante il trattamento o poco dopo
  • Rigidità muscolare e articolare
  • Gonfiore nella zona interessata
  • Ustioni della pelle e della pelle
  • Perdita nel desiderio sessuale e infertilità o menopausa precoce, soprattutto se il trattamento è per l’area pelvica
  • Perdita di appetito e difficoltà a deglutire, specialmente se il trattamento è mirato alla testa, al collo o al torace
  • Bocca secca, con trattamenti mirati alla testa, al collo o alla bocca
  • Alopecia o caduta dei capelli, che è normalmente temporanea

Effetti collaterali della chemioterapia

[Chemioterapia]

La maggior parte delle persone collega la chemioterapia con effetti collaterali sgradevoli, ma la gestione degli effetti avversi è notevolmente migliorata negli ultimi 20 anni.

Molti effetti collaterali che una volta erano inevitabili possono essere prevenuti o ben controllati oggi.

I possibili effetti collaterali includono, ma non sono limitati a:

  • alopecia o perdita di capelli, solitamente temporanea
  • problemi cognitivi, o problemi con il pensiero, come l’attenzione, la memoria,
  • comprensione, ragionamento, giudizio e multitasking
  • diarrea o stitichezza
  • fatica
  • problema uditivo
  • infertilità
  • perdita di appetito
  • basso numero di piastrine nel sangue e problemi di coagulazione del sangue
  • basso numero di globuli rossi, che porta all’anemia
  • basso numero di globuli bianchi, aumentando la suscettibilità del paziente alle infezioni
  • malumore
  • mucosite o infiammazione della mucosa
  • nausea e vomito
  • riduzione della libido o meno interesse per il sesso
  • pelle secca e irritata
  • unghie fragili e traballanti

Alcune persone che stanno vivendo le ultime fasi del cancro possono decidere di non sottoporsi a chemioterapia o radioterapia, poiché ritengono che gli effetti indesiderati possano compromettere la qualità della loro vita residua.

Tuttavia, nelle fasi iniziali, e talvolta anche nelle fasi successive, questi trattamenti possono rimuovere con successo il cancro o ridurre sintomi e disagio per qualche tempo.

Procedure diagnostiche

Le procedure diagnostiche possono essere invasive o non invasive. Gli effetti collaterali possono includere reazioni allergiche, sanguinamento o perforazione della parete intestinale, ad esempio durante una colonscopia.

Vi è un piccolo rischio che una biopsia oncologica possa causare la rottura di alcuni tumori, consentendo di diffondersi oltre l’area tumorale immediata. Questo è chiamato “semina” del tumore.

Chirurgia

La chirurgia può causare complicanze, che sono simili agli effetti avversi.

A seconda dell’intervento, le complicanze comuni includono:

  • Rischi cardiovascolari, come trombosi venosa profonda (TVP) ed embolia polmonare
  • Cambiamenti nel flusso sanguigno locale
  • Stipsi
  • Disfunzione erettile, ad esempio dopo la rimozione della ghiandola prostatica
  • Emorragia o sanguinamento
  • Infezione
  • Infiammazione
  • Perdita di funzionalità
  • Danno al nervo
  • cicatrici

Seguendo il consiglio del medico dopo l’intervento chirurgico, e quando si assume qualsiasi tipo di farmaco, può aiutare a ridurre il rischio di effetti avversi.

Essere consapevoli dei possibili effetti avversi può aiutare un paziente a decidere di andare avanti con alcuni trattamenti.

Durante il trattamento, sapendo quali effetti avversi possono verificarsi, il paziente deve prestare attenzione ai possibili problemi e gestirli adeguatamente se si presentano.

Like this post? Please share to your friends: