Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Tutto sulla celiachia

La celiachia è un disturbo digestivo cronico derivante da una reazione immunitaria alla gliadina, una proteina del glutine presente nel frumento, nell’orzo, nella segale e talvolta nell’avena.

Coinvolge l’infiammazione e la distruzione del rivestimento interno dell’intestino tenue e può portare al malassorbimento di minerali e sostanze nutritive.

I sintomi possono includere diarrea cronica, perdita di peso e affaticamento. In alcuni casi, l’unico sintomo è l’anemia e la celiachia non viene diagnosticata fino a tarda età.

La celiachia colpisce circa 1 su 141 americani. Può colpire una persona di qualsiasi età che è geneticamente predisposta, ma spesso inizia nella prima infanzia.

Non esiste una cura e l’unico trattamento efficace è una dieta priva di glutine.

Informazioni rapide sulla celiachia:

Ecco alcuni punti chiave sulla celiachia. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • La celiachia è una malattia autoimmune che causa intolleranza al glutine.
  • Gli effetti a lungo termine includono anemia e malnutrizione.
  • L’unico trattamento efficace è una dieta priva di glutine.
  • Una dieta priva di glutine è raccomandata solo per le persone che soffrono di allergia al glutine o intolleranza.

Sintomi

Le persone celiache devono evitare il pane e altri alimenti che contengono glutine.

La celiachia è una malattia permanente. I sintomi possono variare da lievi a gravi, possono cambiare nel tempo e possono variare da individuo a individuo. Alcune persone potrebbero non avere sintomi, o i sintomi potrebbero non apparire fino a tarda età.

Alcuni sintomi comuni della celiachia includono:

  • sintomi gastrointestinali, come crampi addominali, diarrea, gas, nausea e vomito e gonfiore
  • Feci maleodoranti con grasso in eccesso in esse
  • dolore alle ossa e alle articolazioni
  • depressione, irritabilità e attacchi di panico
  • debolezza e stanchezza
  • facile lividi e sangue dal naso
  • ritenzione idrica
  • infertilità
  • fame persistente
  • anemia da carenza di ferro
  • malnutrizione e carenze nutrizionali, compresa la carenza di vitamina B12, D e K
  • piaghe alla bocca e decolorazione dei denti
  • atrofia muscolare, debolezza muscolare e crampi muscolari
  • danno ai nervi, che porta a formicolio alle gambe e ai piedi
  • sangue nelle feci o nelle urine

Alcune persone sviluppano un tipo di eruzione cutanea conosciuta come dermatite erpetiforme (DH). Macchie rosse e in rilievo e vesciche possono interessare gomiti, ginocchia, spalle, glutei e viso.

La celiachia può portare a malassorbimento e malnutrizione, danni all’intestino crasso e danni sottili ad altri organi.

Molti adulti con sintomi lievi sperimentano affaticamento e anemia, o forse solo un vago disagio addominale, come gonfiore, distensione addominale e eccesso di gas. Alcune persone non hanno chiari segni di malattia, ma una sensazione generale di malessere.

Le variazioni dei sintomi possono dipendere da:

  • il periodo di tempo in cui una persona è stata allattata al seno, poiché i sintomi tendono ad apparire più tardi in quelli che sono stati allattati più a lungo
  • la quantità di glutine consumata
  • l’età in cui una persona inizia a mangiare glutine
  • il livello di danno all’intestino tenue

Le persone con malattia celiaca possono essere ad alto rischio di neuropatia, secondo uno studio pubblicato in.

Lo stress e l’ansia possono causare sintomi.

Sintomi in neonati e bambini

Nei bambini e negli infanti, possono esserci problemi intestinali, come diarrea, irritabilità e un mancato sviluppo o ritardo nello sviluppo.

Col tempo, i bambini possono sperimentare perdita di peso, danni allo smalto dei denti e pubertà ritardata.

Diagnosi

Il medico esaminerà il paziente e chiederà informazioni su segni e sintomi e potrebbe richiedere alcuni test.

Gli esami del sangue possono rilevare:

  • anticorpi antigliadina
  • anticorpi endomisiali
  • anticorpi anti-tessuto transglutaminasi

Il sangue viene sottoposto a screening per gli anticorpi contro il peptide di gliadina deammidato (TTG) e talvolta contro gli antigliadina (AGA) e l’andomisio (EmA).

Una piccola biopsia intestinale è considerata il test più accurato per la celiachia. Il medico usa l’endoscopia per prelevare campioni del rivestimento intestinale. Di solito, si ottengono diversi campioni per aumentare l’accuratezza della diagnosi.

Le condizioni che hanno sintomi simili alla celiachia includono:

  • insufficienza pancreatica
  • Morbo di Crohn dell’intestino tenue
  • sindrome dell’intestino irritabile
  • piccola crescita eccessiva di batteri intestinali
  • sensibilità al glutine, che ha sintomi simili ma più lievi e viene dibattuta come entità

Il medico dovrebbe eliminare queste possibilità quando fa una diagnosi.

Dieta

Attualmente, l’unico trattamento è quello di evitare il glutine per tutta la vita.

Con l’osservanza rigorosa della dieta, l’intestino guarirà normalmente e i sintomi scompariranno, ma mangiare di nuovo il glutine può causare una ricaduta.

I pazienti devono essere consapevoli di quali cibi contengono glutine e quali no, ma questo può essere difficile, dal momento che molti prodotti contengono glutine nascosto.

Un dietista qualificato può aiutare una persona con malattia celiaca a seguire una dieta sana.

Prodotti con e senza glutine

Una vasta gamma di prodotti è disponibile senza glutine. Questi includono pane senza glutine, pasta, biscotti e così via. I produttori sono tenuti a fornire informazioni sugli ingredienti utilizzati per preparare i loro prodotti alimentari, ma gli individui devono controllare attentamente l’etichetta prima di acquistare o consumare qualsiasi prodotto.

Alternative al glutine, pane, farina, pasta e altri alimenti sono ora ampiamente disponibili.

“Senza glutine” indica normalmente che c’è un livello innocuo di glutine piuttosto che una totale assenza di glutine.

Le normative sull’uso dell’etichettatura sui prodotti senza glutine variano da paese a paese, pertanto i pazienti devono prestare attenzione.

Una persona che segue una dieta priva di glutine dovrebbe evitare:

  • tutti gli alimenti a base di grano, segale, crusca, farina arricchita, bulgur e orzo, compresi cereali, pane, pasta, crostini, cracker, torte e biscotti
  • birra e altri alcol a base di cereali
  • avena

Alcuni preparati di avena possono essere contaminati dal grano.In alcuni casi, piccole quantità di avena sono permesse nella dieta sotto controllo medico.

Bisogna fare attenzione con alcuni prodotti alimentari che vengono prodotti in strutture che producono prodotti contenenti glutine.

Molti alimenti trasformati contengono glutine, tra cui:

  • minestre in scatola
  • condimenti per insalata, ketchup e senape
  • salsa di soia
  • condimenti
  • gelati e caramelle
  • carni lavorate e in scatola e salsicce

Il glutine può anche essere usato in:

  • alcuni farmaci da prescrizione e da banco (OTC)
  • prodotti vitaminici
  • prodotti cosmetici come rossetto, lip gloss, chapstick e dentifricio
  • francobolli

Le persone celiache hanno spesso intolleranza al lattosio, quindi evitare il lattosio può aiutare.

Chiunque sia affetto da celiachia dovrebbe leggere attentamente le etichette degli alimenti e controllare quali alimenti del ristorante sono privi di glutine. Alcuni ristoranti hanno un menu senza glutine.

Una dieta priva di glutine per tutti?

Chi non ha la celiachia o un’intolleranza al glutine diagnosticata dovrebbe parlare con il proprio medico se sta pensando di “andare senza glutine”.

Una dieta priva di glutine può portare ad altre carenze, se non seguita con attenzione.

Secondo l’Istituto nazionale di diabete e malattie digestive e renali (NIDDK), “Nessun dato attuale suggerisce che il pubblico generale debba mantenere una dieta priva di glutine per perdere peso o migliorare la salute”.

Alimenti che sono sicuri da consumare

Cereali come mais, miglio, sorgo, teff, riso e riso selvatico sono sicuri da consumare.

Anche i non cereali come l’amaranto, la quinoa o il grano saraceno sono innocui, così come le patate e le banane, la tapioca e i ceci. Non contengono glutine e non innescano i sintomi.

Una persona con malattia celiaca può aver bisogno di assumere integratori vitaminici e minerali per ridurre il rischio di carenze causate dal disturbo.

Le ricette possono essere fatte senza glutine sostituendo gli ingredienti e regolando il tempo e la temperatura utilizzati per la cottura.

Trattamento

Gli scienziati stanno studiando farmaci che agiscono direttamente nell’intestino, trattamenti che influenzano il sistema immunitario e vaccinazioni per il trattamento della malattia celiaca.

Tuttavia, non esiste attualmente alcun trattamento, tranne che per evitare il glutine.

Se l’individuo continua a consumare glutine, questo può influire sulla qualità della vita e può aumentare il rischio di alcune condizioni mediche.

complicazioni

La perdita dei capelli, l’anemia e l’osteoporosi possono verificarsi perché il corpo non assorbe efficacemente i nutrienti. Le ulcere dell’intestino tenue possono svilupparsi.

La celiachia è stata collegata a determinati tipi di cancro, compreso il linfoma intestinale e l’adenocarcinoma dell’intestino tenue, della faringe e dell’esofago.

Malattia refrattaria

In rari casi, può verificarsi una malattia refrattaria, se non si interviene per gestire la celiachia. Questo accade più comunemente perché è difficile mantenere una dieta completamente priva di glutine.

Nelle persone con malattia refrattaria, la condizione è stata presente per così tanto tempo che l’intestino non è più in grado di guarire con la sola dieta, e una dieta priva di glutine non aiuta.

Possono essere prescritti farmaci come corticosteroidi e farmaci immunosoppressivi.

Bambini con malattia celiaca

Se non trattata, la celiachia infantile può risultare di piccola statura in età adulta, ma un bambino affetto da celiachia che passa a una dieta priva di glutine spesso inizia a crescere in altezza ea recuperare qualsiasi ritardo causato dal disturbo. Il danno intestinale inizia a guarire entro poche settimane dalla rimozione del glutine dalla dieta.

Col passare del tempo, i bambini possono sperimentare remissioni spontanee e rimanere liberi dai segni e dai sintomi della celiachia fino a tarda età, ma i sintomi possono in seguito ricomparire.

Le cause

La celiachia è una malattia immunitaria. Quando una persona affetta da celiachia mangia il glutine, le sue cellule e il sistema immunitario vengono attivati ​​e attaccano e danneggiano l’intestino tenue.

Nella celiachia, il sistema immunitario attacca erroneamente i villi nell’intestino tenue. Questi diventano infiammati e colpiti e possono scomparire. L’intestino tenue non è più in grado di assorbire efficacemente i nutrienti. Questo può portare a una serie di rischi per la salute e complicanze.

Le persone che hanno maggiori probabilità di avere la celiachia includono quelle con:

  • un’altra malattia autoimmune, come il diabete di tipo 1, l’artrite reumatoide o una malattia autoimmune che colpisce la tiroide o il fegato
  • una malattia genetica, come la sindrome di Down o la sindrome di Turner
  • un membro della famiglia che ha la malattia

Avere un membro della famiglia con malattia celiaca aumenta la probabilità di una persona di averlo a 1 su 10.

Like this post? Please share to your friends: