Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Un leggero sovradosaggio di Tylenol può infine diventare una minaccia per la vita

L’acetaminofene (paracetamolo, Tylenol) può diventare pericolosa per la vita se continua a prendere più del dovuto, i ricercatori dell’Università di Edimburgo e l’Unità scozzese per il trapianto di fegato riportata nel British Journal of Clinical Pharmacology. Un paziente con sintomi può entrare in ospedale senza sapere perché, e non immediatamente dirà che sono stati leggermente in overdose.

Gli autori affermano che è importante che gli operatori sanitari prendano coscienza di questa situazione clinica, perché una sovradosaggio sfalsato sul paracetamolo è potenzialmente più pericoloso di un sovradosaggio di una sola persona.

Sovradosaggio eccessivo può verificarsi quando qualcuno ha un dolore persistente – ogni volta che l’individuo prende un po ‘più del dovuto.

L’autore dello studio Dr Kenneth Simpson ha detto:

“Non hanno preso il tipo di overdose massivo di un solo momento, preso da persone che cercano di suicidarsi, ma col tempo il danno si accumula e l’effetto può essere fatale”.
Un esame del sangue può rilevare facilmente un sovradosaggio di una volta. Il problema con il sovradosaggio scaglionato è che non ci saranno livelli molto alti di paracetamolo nel campione di sangue. Tuttavia, un paziente in overdose sfalsato presenta un rischio considerevole di insufficienza epatica e complicanze fatali.

Il dott. Simpson e il team hanno deciso di determinare quanto possa essere pericolosa la distribuzione scaglionata e quanto sia comune. Hanno raccolto dati da 663 pazienti che erano stati ricoverati al Royal Infirmary di Edimburgo tra il 1992 e il 2008 con ferite causate da paracetamolo.

161 di loro avevano avuto overdose barcollanti, soprattutto a causa del tentativo di alleviare i sintomi di mal di testa, mal di denti, dolori muscolari e dolori addominali – quello che Simpson definiva dolori comuni.

Dr. Simpson ha detto:

“Al momento del ricovero, questi pazienti con overdose sfalsati avevano maggiori probabilità di avere problemi al fegato e al cervello, necessitano di dialisi renale o di aiuto nella respirazione e erano più a rischio di morire rispetto a chi aveva assunto overdose singoli”.
Per coloro che vengono in ospedale più di 24 ore dopo il sovradosaggio, il problema è peggiore: il loro rischio di aver bisogno di un trapianto di fegato è molto più alto.

Simpson ha aggiunto:

“Sovradosaggi eccessivi o pazienti che si presentano in ritardo dopo un sovradosaggio devono essere strettamente monitorati e considerati per l’antidoto al paracetamolo, N-acetilcisteina, indipendentemente dalla concentrazione di paracetamolo nel sangue”.
Poiché un esame del sangue probabilmente non solleverà l’allarme in caso di sovradosaggio scaglionato, i medici devono trovare un modo per valutare rapidamente se un paziente debba essere ricoverato o spedito a casa.

In un abstract nella rivista, gli autori hanno scritto:

“Sia la presentazione ritardata che il pattern di sovradosaggio scaglionati sono associati a esiti avversi a seguito del sovradosaggio di paracetamolo: questi pazienti sono ad aumentato rischio di sviluppare insufficienza multiorganica e dovrebbero essere presi in considerazione per il trasferimento precoce ai centri epatici specialistici”.
Tylenol pillole a rilascio rapido
Tylenol – il marchio di paracetamolo più conosciuto negli Stati Uniti

acetaminofene

L’acetaminofene, noto anche come paracetamolo, è un analgesico (analgesico) antitumorale e antipiretico (riduttore di febbre) molto comune (over the counter). La sua formula molecolare è C8H9NO2.

È ampiamente usato per il mal di testa e altri dolori e dolori e si trova comunemente nei farmaci per l’influenza e il raffreddore. Il paracetamolo può anche essere usato in combinazione con analgesici oppioidi per i sintomi più gravi del dolore, ad esempio dopo l’intervento chirurgico o come parte delle cure palliative in pazienti con cancro avanzato.

Gli effetti analgesici dell’acetaminofene iniziano a funzionare circa 11 minuti dopo essere stati ingeriti – la sua emivita è di 1 a 4 ore.

La maggior parte delle overdosi di droga che si verificano negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia e in Nuova Zelanda sono con paracetamolo.

In Europa, in America Latina e in molti altri luoghi del mondo, il paracetamolo è noto ai parenti come il paracetamolo.

USA: una percentuale considerevole della popolazione statunitense non capirà la parola “paracetamolo”, tutti sapranno cos’è Tylenol e alcuni (in particolare gli operatori sanitari) capiranno “acetaminofene”.

Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: