Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Un nuovo gel rigenera il tessuto cerebrale dopo l’ictus

Un nuovo studio descrive un innovativo gel bioingegnerizzato che può aiutare il tessuto cerebrale danneggiato dall’ictus a ricrescere.

Microfotografia in gel per ictus cerebrale

Un ictus si verifica quando l’apporto di sangue a una certa parte del cervello è significativamente ridotto, con conseguente morte delle cellule cerebrali.

A seguito di un ictus, molte persone saranno lasciate con menomazioni cognitive, menomazioni motorie, o entrambe a causa del tessuto cerebrale che viene distrutto nel processo.

In realtà, l’ictus è la principale causa di disabilità a lungo termine negli Stati Uniti.

A differenza della maggior parte degli altri tessuti del corpo, il cervello non può rigenerarsi; una volta che il tessuto cerebrale muore, viene assorbito, lasciando una cavità che non viene riempita.

Per molti anni i ricercatori hanno cercato di trovare modi per incoraggiare il sistema nervoso centrale a rigenerarsi, ma questo si è dimostrato difficile.

Nuovo approccio al danno da colpo

Recentemente, i ricercatori dell’Università della California, Los Angeles, hanno affrontato il problema usando un nuovo gel bioingegnerizzato. Erano guidati dalla dottoressa Tatiana Segura – ora professore alla Duke University di Durham, NC – che ha creato l’innovativo gel.

Il composto è progettato per addensarsi una volta entrato nel cervello, fungendo da impalcatura per una crescita neuronale e vascolare fresca.

Il gel contiene composti destinati a stimolare la crescita dei vasi sanguigni. Contiene anche composti anti-infiammatori. Questo è importante perché l’infiammazione causa cicatrici, che ostacolano una nuova crescita.

Usando un modello del mouse di ictus, hanno schizzato il gel nelle cavità lasciate da un danno al colpo. Al punteggio di 16 settimane, hanno valutato le carie per attività e nuova crescita.

Scoprirono che il gel veniva lentamente assorbito nel corpo, e le regioni che prima erano state vuote erano ora riempite di nuovo tessuto. I risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista.

“Questo studio ha indicato che il nuovo tessuto cerebrale può essere rigenerato in quella che prima era solo una cicatrice cerebrale inattiva”.

Dr. S. Thomas Carmichael, ricercatore

L’immagine nella parte superiore dell’articolo è una microfotografia. Mostra un nuovo tessuto che cresce nella cavità piena di gel in un cervello di topo danneggiato dall’ictus.

I tubi rossi sono vasi sanguigni, le stringhe verdi sono assoni – che crescono lungo i vasi sanguigni mentre si insinuano nella cavità – e le macchie blu sono nuclei cellulari.

Recupero motore

Nel valutare il recupero dei topi, gli scienziati hanno scoperto che il comportamento motorio è migliorato nei topi trattati con il gel. Tuttavia, non è esattamente chiaro come sia stato raggiunto questo miglioramento.

Segura spiega: “I nuovi assoni potrebbero effettivamente funzionare, o il nuovo tessuto potrebbe migliorare le prestazioni del tessuto cerebrale circostante, illeso”.

I risultati sono entusiasmanti, anche se preliminari. Naturalmente, sarà necessario lavorare di più su una scala molto più ampia – ma, in linea di principio, questo potrebbe essere un gamechanger.

Carmichael e Segura sono desiderosi di continuare a testare il loro gel in nuove situazioni. Ad esempio, il nuovo studio ha utilizzato un modello murino che replica un intervento circa 5 giorni dopo un ictus.

Successivamente, vogliono esaminare come il gel potrebbe funzionare nel tessuto cerebrale che è stato ferito più tempo fa.

Like this post? Please share to your friends: