Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Un nuovo studio trova collegamento tra tempo di reazione lento e morte prematura

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista, ha rilevato che gli adulti con tempi di reazione lenti hanno un rischio più elevato di morte prematura.

Il tempo di reazione è stato studiato perché riflette il buon funzionamento del sistema nervoso centrale. Riflette anche le abilità mentali di base, come la velocità con cui una persona è in grado di elaborare le informazioni.

In un test del tempo di reazione, i partecipanti devono premere un pulsante non appena vedono un’immagine apparire sul monitor di un computer. Un esempio di un test simile a quello utilizzato in questo studio può essere trovato qui.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 5.000 pazienti negli Stati Uniti di età compresa tra 20 e 59. Nei primi anni ’90, i partecipanti hanno subito un test del tempo di reazione, ei ricercatori li hanno seguiti nei successivi 15 anni per registrare quali partecipanti erano morti e che è sopravvissuto.

Tra le persone coinvolte nello studio, 378 (7,4%) erano morte nel periodo di 15 anni. Confrontando questi dati con i risultati del test del tempo di reazione, i ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che registravano tempi di reazione più lenti avevano il 25% in più di probabilità di morire.

Nell’analizzare i risultati, sono stati presi in considerazione il contesto socioeconomico, l’età, il sesso e il gruppo etnico dei partecipanti, nonché lo stile di vita. Quindi i ricercatori non pensano che questi fattori possano aver influenzato i risultati.

Cosa possono dirci i tempi di reazione sulla salute futura di una persona?

uomo seduto al computer

Sebbene lo studio abbia rilevato un legame tra il tempo di reazione e la morte dei partecipanti, lo studio non è stato in grado di determinare a quali cause di morte fosse collegata la reazione lenta. Ad esempio, i ricercatori non hanno trovato una connessione tra tempo di reazione e problemi respiratori o morte per cancro.

“Le ragioni per il legame tra tempo di reazione lento e morte non sono ancora note”, ha detto il ricercatore Dr. Gareth Hagger-Johnson.

“Una teoria è che il tempo di reazione lento potrebbe riflettere il deterioramento di altri sistemi corporei, come il cervello e il sistema nervoso, forse le persone che sono più lente a reagire sono anche più malsane o dimenticano di fare cose che potrebbero mantenerle in salute”.

Secondo il dottor Hagger-Johnson, le persone che sono più lente a reagire potrebbero non essere brave a evitare i rischi o ricordare di assumere farmaci.

“Se questo è vero”, ha aggiunto, “potrebbe esserci qualche” causa comune “sconosciuta sia del tempo di reazione lenta sia della malattia fisica. Stiamo mantenendo una mente aperta finché non saranno condotte ulteriori ricerche su meccanismi che potrebbero spiegare questo risultato.”

Il dott. Hagger-Johnson pensa che il tempo di reazione possa essere usato per monitorare aspetti specifici della salute dei pazienti:

“Il tempo di reazione può indicare quanto bene funzionino il nostro sistema nervoso centrale e altri organi del corpo e le persone che sono costantemente lente a rispondere a nuove informazioni possono andare incontro a problemi che aumentano il rischio di morte prematura. in grado di utilizzare i tempi di reazione per monitorare la salute e la sopravvivenza.Per ora, uno stile di vita sano è la cosa migliore che le persone possono fare per vivere più a lungo. “

L’anno scorso, secondo uno studio, è stato possibile migliorare il tempo di reazione bevendo acqua.

Like this post? Please share to your friends: