Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Un uovo al giorno può tenere a bada l’ictus

La conoscenza popolare dice che le uova, a causa del loro alto contenuto di colesterolo, sono piuttosto cattive per noi. Una nuova ricerca, tuttavia, suggerisce che faremmo bene a concederci un maggior consumo di uova: circa una al giorno potrebbe aiutarci a evitare le condizioni cardiovascolari.

cartone di uova

Se hai mai sentito dire che mangiare più di due o tre uova a settimana fa male alla salute, non sei solo.

Alcuni studi hanno suggerito che, a causa dell’alto contenuto di colesterolo dei tuorli, le uova possono essere un alimento dannoso, in particolare per le persone già a rischio di eventi cardiovascolari.

L’idea che le uova possano rappresentare un pericolo per la salute è stata ampiamente diffusa da molti siti Web e riviste popolari.

Tuttavia, nonostante sia ricco di colesterolo, le uova sono anche una grande fonte di nutrienti salutari, come proteine, vitamine, fosfolipidi e carotenoidi.

E, ricerche recenti hanno raccolto sempre più prove che dimostrano che le uova non influenzano realmente il rischio di malattie cardiovascolari (CVD).

Uno studio pubblicato nel 2013, ad esempio, ha concluso che mangiare fino a un uovo al giorno non era legato ad un aumentato rischio di malattie cardiache o ictus.

Un altro studio, pubblicato all’inizio di questo mese nel, ha suggerito che una “dieta ad alto contenuto di uova” fino a 12 uova alla settimana non ha aumentato il rischio cardiovascolare.

Ma la recente ricerca della School of Public Health presso il Centro di scienze sanitarie dell’Università di Pechino, a Pechino, in Cina, si spinge ancora oltre.

Gli investigatori principali Prof. Liming Li e Dr. Canqing Yu hanno ora scoperto che una dieta in cui le uova vengono consumate su base regolare può effettivamente proteggere la salute cardiovascolare.

I risultati del team sono stati pubblicati ieri sul giornale.

‘Moderato consumo di uova’ può ridurre il rischio

Circa 84 milioni di persone negli Stati Uniti hanno una qualche forma di CVD e circa 2.200 persone muoiono ogni giorno a causa delle loro condizioni. E, in Cina, i tassi per le condizioni cardiovascolari sono ancora più alti.

In Cina, nel 2014, secondo gli ultimi dati, “837.300 residenti urbani e 1.023.400 residenti rurali sono morti per malattie cerebrovascolari”. E le condizioni più diffuse sono ictus – sia emorragico e ischemico – sia cardiopatia ischemica, in questo ordine.

Questi numeri hanno motivato i ricercatori coinvolti nel nuovo studio a indagare quale ruolo – se del caso – gioca il consumo di uova nel modificare il rischio di CVD.

Per fare ciò, hanno analizzato i dati provenienti da China Kadoorie Biobank, che è uno studio prospettico in corso che studia le cause genetiche e ambientali delle malattie croniche tra la popolazione cinese.

In questo studio, il Prof. Li e il team hanno analizzato le informazioni relative alla salute da 416.213 partecipanti adulti reclutati nel 2004-2008. Erano tutti privi di cancro, CVD e diabete al basale.

Al momento del reclutamento, i partecipanti hanno riferito quanto spesso mangiavano uova – il 13,1% di loro ammette al consumo giornaliero (circa 0,76 uova al giorno) e il 9,1% diceva che si concedono solo raramente uova (0,29 uova al giorno) o non lo fanno affatto.

C’è stato un periodo di follow-up medio di 8,9 anni, durante il quale sono state registrate nuove diagnosi e decessi sanitari. Durante quel periodo, 83.977 partecipanti hanno ricevuto una diagnosi CVD e 9.985 persone sono morte a causa di cause correlate alla CVD. Inoltre, sono stati registrati 5.103 eventi coronarici maggiori.

L’analisi dei ricercatori ha rivelato che gli individui che di solito mangiavano circa un uovo al giorno avevano un rischio inferiore del 26% di sperimentare ictus emorragico, un rischio di morte inferiore del 28% a causa di questo tipo di evento e un rischio inferiore del 18% di malattie cardiovascolari correlate mortalità.

Il consumo quasi giornaliero di uova, pari a circa 5,32 uova a settimana, era anche associato a un rischio inferiore del 12 per cento di cardiopatia ischemica, rispetto alle persone che non mangiavano mai o raramente questo cibo (pari a circa 2,03 uova a settimana).

“Il presente studio rileva che esiste un’associazione tra un livello moderato di consumo di uova (fino a 1 uovo / giorno) e un tasso inferiore di eventi cardiaci”, spiegano gli autori dello studio.

Il prof. Li e il team avvertono che si tratta di uno studio osservazionale, quindi non sarebbe saggio concludere che esiste necessariamente un effetto causale tra il consumo di uova e un minor rischio di CVD.

Tuttavia, l’ampia dimensione del campione di popolazione con cui i ricercatori hanno lavorato, così come il fatto che siano aggiustati per fattori di confondimento – sia fattori di rischio CVD noti sia potenziali – implicano che questa è una forte possibilità.

“I nostri risultati”, concludono i ricercatori, “contribuiscono con prove scientifiche alle linee guida dietetiche per quanto riguarda il consumo di uova per l’adulto cinese sano”.

Like this post? Please share to your friends: