Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Una dieta non salutare a base di piante può aumentare il rischio di malattie cardiache

Le diete a base vegetale svolgono un ruolo importante nella prevenzione delle malattie cardiache. Ciò è vero nella maggior parte dei casi, ma un gruppo di ricercatori ha scoperto che alcuni tipi di dieta a base vegetale potrebbero causare più danni che benefici.

persona affettare il cetriolo per fare insalata

Gli specialisti hanno ripetutamente notato i benefici per la salute delle diete con un apporto costante di piante. Si dice che tali diete possono prevenire o alleviare i sintomi di varie malattie, tra cui obesità, diabete, ipertensione e malattie cardiache.

Negli Stati Uniti, circa 610.000 persone muoiono di malattie cardiache ogni anno, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Il CDC evidenzia una cattiva alimentazione, tra gli altri, come fattore trainante per lo sviluppo di una condizione cardiaca.

Uno studio precedente mirava ai possibili benefici di una dieta a base vegetale contenente prevalentemente cereali integrali, legumi, verdure, frutta e semi di lino per prevenire e superare la malattia coronarica.

Un’altra analisi ha dimostrato che le diete a base vegetale sono buone per le persone con diagnosi di cardiopatia ischemica, mentre un altro rapporto raccomanda il consumo di frutta e verdura per prevenire l’insorgenza di malattia coronarica.

Ora, uno studio nuovo e più completo porta alla luce i benefici per la salute e i rischi dei diversi tipi di dieta a base vegetale. La ricerca è stata condotta da specialisti dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health e Brigham and Women’s Hospital, entrambi a Boston, MA.

Un articolo che descrive il processo e presenta i risultati, il cui autore principale è il Dr. Ambika Satija, è pubblicato nel.

Gli alimenti vegetali malsani possono causare danni

Ai fini di questa indagine, i ricercatori hanno reclutato partecipanti adulti da tre diversi studi sulla salute. I partecipanti comprendevano 166.030 donne dallo studio sulla salute degli infermieri e lo studio sulla salute degli infermieri II e 43.259 uomini dallo studio di follow-up dei professionisti della salute.

I partecipanti sono stati seguiti per un periodo di oltre 20 anni, utilizzando questionari biennali che hanno valutato il loro stile di vita, la storia medica e i comportamenti di salute.

Lo studio ha escluso come non idonei tutti coloro che avevano dichiarato una diagnosi di malattia coronarica o cancro, ha avuto un ictus o ha subito un intervento chirurgico all’arteria coronaria.

Della popolazione sana di base, 8.631 partecipanti hanno sviluppato una malattia coronarica durante il periodo di follow-up.

Una considerazione preliminare per i ricercatori è stata che studi precedenti tendevano a considerare tutte le diete a base vegetale “vegetariane”, senza fare una distinzione tra diversi tipi di alimenti derivati ​​dalle piante e i loro rispettivi vantaggi o svantaggi.

Pertanto, i ricercatori hanno deciso di adottare un approccio più mirato, arrivando con tre tipi di dieta a base vegetale. Questi erano:

  • diete che massimizzano l’assunzione di cibo nelle piante, ma non escludono completamente i nutrimenti derivati ​​da animali
  • Diete esclusivamente vegetali che massimizzano l’assunzione di cibi vegetali salutari (come frutta, verdura e cereali integrali)
  • Diete a base vegetale composte principalmente da alimenti insalubri di origine vegetale (comprese bevande zuccherate, patate, dolci e cereali raffinati)

È emerso che i partecipanti che avevano aderito a una dieta salutare a base di piante – esclusi i prodotti di derivazione animale e compresi frutta, verdura e cereali integrali – avevano un rischio sostanzialmente ridotto di sviluppare malattie cardiache. Ma i ricercatori hanno anche notato che il consumo di cibi non salutari derivati ​​da piante, come i cereali raffinati, ha avuto un impatto negativo sul cuore.

“Quando abbiamo esaminato le associazioni delle tre categorie di alimenti con il rischio di malattie cardiache, abbiamo scoperto che i cibi vegetali sani erano associati a un rischio più basso, mentre cibi vegetali e alimenti animali meno sani erano associati a un rischio più elevato [di malattie cardiache]”, afferma Dr Satija.

Considerazioni sulla qualità del cibo “cruciali”

Un editoriale che accompagna l’articolo del Dr. Satija e dei suoi colleghi – scritto dalla dottoressa Kim Allan Williams, del Rush University Medical Center di Chicago, IL – sottolinea l’importanza di questo nuovo studio.

Il Dr. Williams elogia le prove raccolte seguendo i partecipanti per un così lungo periodo di tempo, aggiungendo che è sempre più importante che gli specialisti raccomandino il consumo del giusto tipo di prodotti a base vegetale.

“È evidente che esiste una vasta variazione nella qualità nutrizionale degli alimenti vegetali, rendendo cruciale prendere in considerazione la qualità degli alimenti in una dieta a base vegetale”, aggiunge il dott. Satija.

Sebbene lo studio sia limitato dal fatto che i partecipanti hanno auto-riferito le loro aderenze dietetiche, questi rapporti sono stati confermati attraverso biomarcatori e dettagliati registri di più settimane sull’assunzione di cibo.

Scopri come una dieta vegetariana sana può ridurre il rischio di diabete di tipo 2.

Like this post? Please share to your friends: