Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Una dieta priva di glutine fa bene alla salute?

Una dieta priva di glutine è l’unica opzione per le persone celiache, una grave intolleranza al glutine. Ora, molte persone senza questa condizione stanno ‘andando senza glutine’ perché credono che sia un’opzione salutare.

Il glutine è una proteina che si trova nel grano, orzo, segale e triticale, una combinazione di grano e segale. Aiuta alimenti come cereali, pane e pasta, per mantenere la loro forma.

Si trova anche in alcuni prodotti cosmetici, come il balsamo per le labbra, e nella colla sul retro di francobolli e buste.

Nelle persone celiache, il consumo di un solo crostino può causare problemi di salute, poiché non è possibile digerire il glutine. Seguendo una dieta che include il glutine può portare a gravi malattie. L’assenza di glutine può salvare la vita di una persona celiaca.

Tuttavia, un sondaggio condotto da una società di ricerche di mercato ha rilevato che quasi il 30% degli adulti negli Stati Uniti sta tentando di ridurre o eliminare il glutine dalla propria dieta. Molti di questi non hanno la malattia celiaca.

Per queste persone, una dieta priva di glutine è l’opzione migliore?

Alimenti

Going senza glutine

Una persona celiaca deve evitare tutti gli alimenti che contengono glutine, anche nelle quantità più piccole.

Questi includono:

  • qualsiasi cibo fatto con cereali come grano, orzo, triticale, segale e malto
  • pane
  • birra
  • alcune caramelle
  • molti dolci
  • cereali
  • torte e torte
  • patatine fritte
  • pasta
  • carni lavorate
  • zuppe
  • salsa mescola
  • sciroppo di riso integrale
  • derivati ​​del malto, tra cui pane di malto, aceto di malto, lievito di birra e birra a base di malto e latte o frullati al malto
  • alcuni tipi di salsa di soia
  • carne autofecondante

Altri articoli, e in particolare i cibi trasformati, possono contenere “glutine nascosto”. Chiunque abbia bisogno di seguire una dieta priva di glutine dovrebbe controllare l’etichetta del cibo per assicurarsi che non ci sia glutine nel prodotto.

L’avena può venire a contatto con il grano durante la produzione, quindi una persona celiaca dovrebbe evitarli a meno che non siano etichettati come privi di glutine.

I prodotti venduti come senza glutine possono contenere tracce di glutine, specialmente se sono stati fabbricati in una fabbrica che produceva anche prodotti a base di grano regolari.

Gli articoli non alimentari che possono contenere glutine includono:

  • rossetto, lucidalabbra e balsamo per le labbra
  • plastilina
  • farmaci e integratori
  • wafer di comunione

Molti alimenti sono naturalmente privi di glutine.

Questi includono:

  • frutta e verdura
  • uova fresche
  • carni fresche
  • pesce e pollame
  • fagioli non trasformati
  • semi e noci
  • la maggior parte dei latticini
  • riso bianco
  • tapioca

I cereali e gli amidi che possono essere ammessi come parte di una dieta priva di glutine includono grano saraceno, mais e farina di mais, lino, quinoa, riso, soia, arrowroot e miglio.

Tuttavia, se questi grani potrebbero entrare in contatto con cereali, conservanti o additivi che contengono glutine, una persona celiaca dovrebbe evitarli.

etichettatura

Secondo la Food and Drug Administration (FDA), i produttori di alimenti possono scegliere di utilizzare l’etichetta “senza glutine” sui loro prodotti se l’articolo soddisfa le seguenti condizioni:

  • È intrinsecamente privo di glutine, per esempio, i frutti.
  • Non contiene ingredienti che contengono o derivano da un cereale contenente glutine.
  • Contiene meno di 20 parti per milione (ppm) di glutine, ad esempio, negli alimenti in cui il glutine è stato rimosso

Molti dei nostri alimenti di base contengono glutine, ma una vasta gamma di alternative prive di glutine, inclusi pane e pasta, sono ora disponibili nei negozi di alimentari.

I prodotti senza glutine sono disponibili per l’acquisto online tramite Amazon.

Tuttavia, ci sono poche prove scientifiche che una dieta priva di glutine sia utile per chiunque non sia affetto da celiachia o intolleranza al glutine.

Quando il glutine è cattivo?

Circa 1 su 133 persone negli Stati Uniti, ha una malattia celiaca, in cui il glutine innesca una risposta autoimmune che attacca il rivestimento dell’intestino tenue. Il corpo non può assorbire correttamente i nutrienti nel sangue, portando ad anemia, crescita ritardata e perdita di peso, tra le altre cose.

Se una persona celiaca continua a mangiare glutine, possono insorgere complicazioni quali sclerosi multipla (SM), osteoporosi, infertilità e condizioni neurologiche.

Inoltre, esiste un legame ben documentato tra la celiachia e le malattie autoimmuni, come la tiroidite.

Per una persona affetta da celiachia, l’unico trattamento efficace è una dieta rigida e senza glutine per tutta la vita.

I risultati del National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 2009-2014 hanno indicato che circa 1,76 milioni di persone negli Stati Uniti erano affetti da celiachia.

Nel frattempo, lo stesso rapporto ha stimato che 2,7 milioni di persone seguivano una dieta priva di glutine senza avere la celiachia. Perché?

Perché andare senza glutine senza celiachia?

Secondo gli autori del rapporto NHANES, pubblicati in, i seguenti potrebbero essere i motivi per cui un numero crescente di persone segue una dieta priva di glutine:

  • percezione pubblica che una dieta priva di glutine sia più sana e possa migliorare i sintomi gastrointestinali non specifici
  • i prodotti senza glutine sono ora più ampiamente disponibili
  • un numero crescente di persone si sta diagnosticando con una sensibilità al glutine, piuttosto che celiaca, e ha notato che la loro salute gastrointestinale è migliorata dopo aver tagliato il glutine

Coloro che seguono una dieta priva di glutine senza celiachia possono essere indicati come persone senza celiachia che evitano il glutine (PWAG).

Secondo Beyond Celiac, ex National Celiac Awareness Foundation, circa 18 milioni di persone negli Stati Uniti hanno una qualche forma di intolleranza al glutine o sensibilità al glutine non celiaca (NCGS). Questo può causare sintomi come gonfiore o gas, diarrea, affaticamento, mal di testa, “nebbie cerebrali” e prurito.

Uno studio del 2011, condotto in Australia, ha esaminato l’effetto di una dieta priva di glutine su 34 persone con sindrome dell’intestino irritabile (IBS). I partecipanti hanno seguito una dieta priva di glutine o un placebo. I ricercatori hanno concluso che l’NCGS “può esistere”, ma i motivi per cui il glutine potrebbe portare a sintomi gastrointestinali non erano chiari.

Benefici

Una ricerca pubblicata nel 2017 suggerisce che il glutine possa causare sintomi intestinali, anche in persone senza celiachia.

Questi includono:

  • alterata funzione intestinale
  • sindrome dell’intestino irritabile (IBS)
  • cambiamenti del microbioma intestinale

Uno studio del 2016 che ha coinvolto membri dello stesso team ha rivelato che alcune persone con sintomi di NCGS sperimentano l’attivazione immunitaria sistemica e danni alle cellule intestinali quando consumano il glutine.

Che dire dell’autismo, dell’epilessia e della schizofrenia?

Autismo: alcuni studi hanno suggerito un legame tra autismo e consumo di glutine, perché le persone con autismo hanno maggiori probabilità di avere anticorpi IgG antigliadina, che possono reagire al glutine. Tuttavia, non è stato trovato alcun collegamento causale e gli studi sono stati descritti come “imperfetti o troppo piccoli per essere statisticamente validi”.

Epilessia: potrebbe esserci un collegamento tra celiachia ed epilessia. In uno studio su 113 persone con epilessia, circa il 6% è risultato positivo per la malattia celiaca. Una persona che ha questa malattia trarrà vantaggio dall’evitare il glutine.

Schizofrenia: piccoli studi hanno suggerito che le persone con schizofrenia sembrano avere più probabilità di avere gli anticorpi coinvolti nella malattia celiaca. Evitare il glutine può aiutare chi ha gli anticorpi. I ricercatori dicono che “sono necessarie ulteriori ricerche” prima di raccomandare una dieta priva di glutine è raccomandata per una persona con schizofrenia che ha gli anticorpi.

Ciò non significa che evitare il glutine possa curare la schizofrenia, l’autismo o l’epilessia. Significa che le persone con queste condizioni hanno maggiori probabilità di avere la celiachia.

Evitare il glutine non fa male

Rafe Bundy, nutrizionista e portavoce dell’Associazione per la nutrizione, ha dichiarato:

“Ci sono molte persone in tutto il mondo che consumano una dieta che è naturalmente priva di glutine o povera di glutine.Un buon esempio è la maggior parte dell’Asia, dove il cibo principale è il riso, non il grano.E ‘perfettamente possibile avere una dieta sana che è anche una dieta priva di glutine che utilizza la maggior parte dei consigli dietetici standard. “

Alcuni nutrizionisti ritengono che l’attenzione alle diete prive di glutine e la crescente disponibilità di alimenti privi di glutine possano anche favorire la consapevolezza della celiachia. Questo è utile per le persone con malattia celiaca.

rischi

Una dieta priva di glutine

Seguire una dieta priva di glutine in assenza di celiachia può essere dannosa per la salute.

Carenze nutrizionali: evitare cibi che contengono glutine può portare a carenze di nutrienti essenziali, tra cui ferro, calcio, fibre, acido folico, tiamina, riboflavina e niacina.

I cereali integrali, come il pane integrale, contengono importanti nutrienti. Inoltre, molti prodotti che contengono glutine, come riso e cereali per la colazione, sono anche fortificati con vitamine.

Fibra: molti prodotti senza glutine sono a basso contenuto di fibre. Evitare i cereali integrali può portare a una mancanza di fibre. Questo può essere composto da lenticchie, fagioli e così via, ma la dieta richiederà un’attenta pianificazione.

Uno studio pubblicato su The BMJ nel 2017 ha concluso che una persona che segue una dieta priva di glutine senza avere la celiachia ha un rischio più elevato di malattie cardiovascolari a lungo termine. Questo perché perdono i benefici salutari del cuore dei cereali integrali.

Inoltre, molti prodotti senza glutine trasformati possono essere più ricchi di grassi, zuccheri e calorie e meno fibre rispetto ai loro equivalenti al glutine. Questo può portare ad un aumento di peso.

Gaynor Bussell, dietista e portavoce dell’Associazione per la nutrizione del Regno Unito, ha dichiarato: “Il glutine è solo un male per la salute se sei celiaco”.

Lisa Cimperman, dietista clinica presso il Case Medical Center dell’Università degli ospedali di Cleveland, Ohio, e portavoce dell’Academy of Nutrition and Dietetics, ha dichiarato:

“Il glutine non è né essenziale né dannoso per la salute o la qualità della dieta”.

Cimperman mette in guardia dall’assumere che “senza glutine” sia salutare.

“La realtà è che il cibo spazzatura o i dolci senza glutine non sono certamente più sani delle loro controparti contenenti glutine”, dice.

Bussell crede che molte persone che seguono la dieta “sono state ingannate da celebrità e media popolari ma poco informati”.

Ciò che appare certo è che le persone che optano per una dieta priva di glutine devono pianificare attentamente per evitare carenze nutrizionali.

Il glutine causa NCGS?

Nel 2013, il team di ricerca australiano che nel 2011 aveva suggerito che NCGS “può esistere” ha ribaltato i risultati precedenti. Hanno concluso che non vi era alcuna evidenza di effetti specifici o dose-dipendenti nei partecipanti che ritenevano di avere NCGS.

Il gonfiore che avevano precedentemente identificato, hanno detto, avrebbe potuto essere una reazione non al glutine ma a tipi di carboidrati chiamati FODMAP (fermentescibili, oligo-, di-, monosaccaridi e polioli).

Questi FODMAP sono presenti in grani contenenti glutine. Questo potrebbe spiegare perché le persone con IBS mostrano un miglioramento dei sintomi quando seguono una dieta priva di glutine.

Nel 2014, uno studio pubblicato nel suggeriva che le proteine ​​del glutine non-glutine-serpine, purine, alfa-amilasi / inibitori della proteasi, globuline e farinine-possono essere fattori scatenanti coinvolti nella malattia celiaca.

Chiaramente, il valore di una dieta priva di glutine per le persone senza celiachia necessita di ulteriori indagini.

Preparazione

Chiunque stia pensando di eliminare il glutine dalla propria dieta dovrebbe prendere alcuni provvedimenti per prepararsi.

Cimperman suggerisce:

  • discutere di eventuali sintomi gastrointestinali, come dolore addominale cronico o grave, gonfiore o diarrea, con un medico, che potrebbe dover valutare per altre condizioni
  • continuare a consumare glutine fino a quando non si è testati per la malattia celiaca, poiché il taglio del glutine può portare a risultati di test falsi negativi
  • parlare con un dietologo prima di ritagliare il glutine, per assicurarsi che la dieta includa tutti i nutrienti essenziali

La domanda sembra essere: una dieta priva di glutine per tutti o solo per le persone celiache?

Abbiamo scelto gli articoli collegati in base alla qualità dei prodotti ed elencato i pro e i contro di ciascuno per aiutarti a determinare quale funzionerà meglio per te. Collaboriamo con alcune delle aziende che vendono questi prodotti, il che significa che Healthline UK e i nostri partner potrebbero ricevere una parte dei ricavi se si effettua un acquisto utilizzando un link (s) di cui sopra.

Like this post? Please share to your friends: