Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Una dieta ricca di grassi senza l’aumento di peso? Lo studio dice che è possibile

Quando si tratta di aumentare di peso, una dieta ricca di grassi è un colpevole chiave. Una nuova ricerca, tuttavia, suggerisce che un giorno potrebbe essere un modo per evitare di accumulare chili in seguito al consumo di cibi grassi.

hamburger su una serie di scale

In uno studio pubblicato di recente, i ricercatori rivelano come l’attivazione di una specifica via della proteina possa impedire la crescita delle cellule grasse nei topi in risposta a una dieta ricca di grassi.

Ricercatore senior di studi Fanxin Long, Ph.D. – che lavora nella Washington University School of Medicine a St. Louis, MO – e colleghi dicono che le loro scoperte potrebbero avvicinarci a una nuova strategia terapeutica per l’obesità, che attualmente è pensata per colpire più di un terzo degli adulti negli Stati Uniti.

I ricercatori hanno recentemente riportato i loro risultati sulla rivista.

L’aumento di peso è più comunemente causato da uno squilibrio energetico, in cui l’assunzione di calorie è superiore al numero di calorie bruciate.

Nel corso del tempo, uno squilibrio energetico fa sì che il corpo immagazzini grasso. Questo può portare ad aumento di peso e obesità – che è un fattore di rischio per il diabete di tipo 2, malattie cardiache, ictus e alcuni tipi di cancro.

Gli alimenti ad alto contenuto di grassi, in particolare i grassi saturi, sono considerati il ​​principale motore dell’obesità, specialmente se consumati in grandi quantità. Ma Long e colleghi suggeriscono che potrebbe esserci un modo per prevenire l’aumento di peso indotto da una dieta ricca di grassi.

Segnalazione di riccio e cellule di grasso

Per il loro studio, il team si è concentrato sulla via di segnalazione Hedgehog, che è una complessa rete di proteine ​​che svolgono un ruolo in vari processi di sviluppo.

Ricerche precedenti su modelli murini hanno dimostrato che la via di segnalazione di Hedgehog può anche inibire l’adipogenesi o la formazione di cellule adipose.

Secondo Long e il suo team, la maggior parte degli studi ha esaminato gli effetti della segnalazione di Hedgehog sull’adipogenesi durante lo sviluppo embrionale, quindi non è chiaro se l’attivazione di questa via nell’età adulta influenzi la formazione di cellule grasse.

Per scoprirlo, i ricercatori hanno progettato topi adulti in possesso di geni che attivavano la segnalazione di Hedgehog in risposta a una dieta ricca di grassi. Questi roditori sono stati nutriti con una dieta ricca di grassi per un totale di 8 settimane.

Mentre un gruppo di controllo di topi – i cui percorsi di segnalazione di Hedgehog non venivano attivati ​​quando mangiavano cibi grassi – diventava obeso dopo 8 settimane di una dieta ricca di grassi, i topi geneticamente modificati non guadagnavano più peso dei topi di controllo che consumavano cibo standard.

“Ancora più importante”, osserva Long, “quando facevamo studi sul metabolismo, abbiamo scoperto che gli animali con la via attiva Hedgehog non solo erano più magri, avevano anche livelli di glicemia più bassi e più sensibili all’insulina”.

Un nuovo modo di combattere l’obesità?

I ricercatori spiegano che attivando la via di segnalazione di Hedgehog nei roditori dopo il consumo di una dieta ricca di grassi, erano in grado di ridurre le dimensioni delle cellule di grasso.

“Il guadagno di grasso è dovuto principalmente all’aumento delle dimensioni delle cellule di grasso”, spiega Long. “Ogni cellula di grasso cresce più grande in modo che possa contenere goccioline di grasso più grandi. Aumentiamo il peso principalmente perché le cellule di grasso diventano più grandi, invece di avere più cellule di grasso.”

Ma i ricercatori osservano che applicare i loro risultati agli umani sarà difficile; l’intensificazione della segnalazione di Hedgehog è stata collegata a un aumento del rischio di cancro, quindi qualsiasi strategia che abbia come target questa via dovrebbe essere affrontata con cautela.

Detto questo, il team ritiene che i suoi risultati mostrino la promessa di un nuovo approccio per prevenire l’aumento di peso.

“Se riusciamo a trovare strategie per indirizzare attentamente le cellule adipose, allora penso che l’attivazione di questo percorso potrebbe essere efficace nella lotta contro l’obesità”.

Fanxin Long, Ph.D.

“Ciò che è particolarmente importante,” aggiunge Long, “è che gli animali nel nostro studio hanno mangiato una dieta ricca di grassi ma non hanno ingrassato, e nelle persone, troppo grasso nella dieta è una causa comune di obesità”.

Like this post? Please share to your friends: