Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Una vita più ampia, i fianchi possono aumentare il rischio di attacco cardiaco delle donne

È noto che l’obesità aumenta il rischio di infarto sia negli uomini che nelle donne, ma recenti ricerche pubblicate nel reperto indicano che per le donne, la dimensione dei fianchi e la vita possono essere i migliori indicatori di rischio.

donna che misura la sua vita

È noto che un più alto indice di massa corporea (BMI) aumenta il rischio di infarto miocardico o di infarto e nel complesso questa associazione sembra essere la stessa sia per gli uomini che per le donne.

Ma come misura, l’IMC non dice nulla sulla distribuzione del grasso corporeo e non fa distinzione tra tipi di grasso – come grasso viscerale rispetto a grasso sottocutaneo.

Il grasso viscerale è così chiamato perché si sviluppa intorno agli organi interni, come il pancreas, il fegato e l’intestino. Questo tipo di grasso è più strettamente legato alla resistenza all’insulina e ad altri fattori di rischio cardiometabolico.

Il sesso può influenzare il tipo di grasso a cui una persona è più predisposta. Gli studi hanno rivelato, per esempio, che gli uomini hanno maggiori probabilità di accumulare grasso viscerale, mentre le donne tendono ad avere più grasso sottocutaneo.

Ora, un nuovo studio ingrandisce la distribuzione del grasso corporeo e il rischio di infarto. I ricercatori guidati da Sanne Peters – del George Institute for Global Health dell’Università di Oxford nel Regno Unito – hanno studiato le dimensioni e la forma del corpo di quasi mezzo milione di adulti per individuare i migliori predittori di rischio di attacco cardiaco.

Rapporto vita-fianchi pericoloso per le donne

Utilizzando il database di Biobank U.K., Peters e colleghi hanno esaminato quasi 500.000 persone di età compresa tra i 40 e i 69 anni, che sono stati seguiti per un periodo di 7 anni.

Durante questo periodo, sono stati registrati 5.710 casi di infarto – il 28% dei quali si è verificato nelle donne.

Il team ha applicato i modelli di regressione di Cox per calcolare il rischio di infarto miocardico associato al BMI, nonché “circonferenza della vita, rapporto vita-fianchi e rapporto vita-altezza”.

Lo studio ha prodotto alcuni risultati interessanti per quanto riguarda le differenze di sesso nel rischio di attacco cardiaco. Gli autori dello studio riassumono i loro risultati.

“Sebbene le misure di adiposità generale e centrale abbiano entrambe profondi effetti deleteri sul rischio di [attacco di cuore] in entrambi i sessi, una maggiore circonferenza della vita e rapporto vita-fianchi conferiscono un maggiore rischio di [infarto] nelle donne rispetto agli uomini “.

“Il rapporto vita-fianchi era più fortemente associato al rischio di [attacco di cuore] rispetto all’indice di massa corporea in entrambi i sessi, specialmente nelle donne”, continuano.

“I nostri risultati supportano l’idea che avere proporzionalmente più grasso intorno all’addome (una caratteristica della forma della mela) sembra essere più pericoloso di più grasso viscerale che è generalmente conservato intorno ai fianchi (cioè la forma a pera).”

Sanne Peters

Tuttavia, questo non è il primo studio a richiamare l’attenzione sulla distribuzione del grasso corporeo come particolarmente dannoso per la salute cardiometabolica delle donne. Precedenti ricerche hanno riportato che, mentre uomini e donne presentavano grasso viscerale, questo comportava un rischio cardiometabolico più alto per le donne.

Secondo le più recenti statistiche dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), oltre il 36% degli adulti negli Stati Uniti è obeso, con donne più colpite rispetto agli uomini.

Come nota il CDC, oltre il 38 per cento delle donne statunitensi è obeso, mentre leggermente oltre il 34 per cento degli uomini ha la condizione.

Like this post? Please share to your friends: