Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Usi, tipi e rischi dell’anestesia locale

L’anestesia locale viene utilizzata per intorpidire i sentimenti in una parte specifica del corpo. Questo previene il dolore durante le procedure chirurgiche.

Un farmaco anestetico viene applicato alla parte del corpo che deve subire un intervento chirurgico.

Può essere usato con la sedazione, che calma il paziente e riduce i livelli di stress. Insieme, consentono al chirurgo di eseguire la procedura senza dolore o angoscia.

L’anestesia locale dura solo poco tempo, quindi è usata principalmente per le procedure ambulatoriali minori, in cui il paziente può partire lo stesso giorno.

usi

[anestesia]

L’anestesia locale viene utilizzata quando:

  • la chirurgia è minore e non richiede anestesia generale o regionale
  • la procedura può essere eseguita rapidamente e il paziente non ha bisogno di rimanere durante la notte
  • l’operazione non richiede che i muscoli siano rilassati o che il paziente sia incosciente

Gli esempi includono la chirurgia dentale, la rimozione di una verruca, una talpa o una cataratta e biopsie.

tipi

Il tipo e la dose di anestesia dipenderanno da molti fattori. Questi includono l’età, il peso del paziente, eventuali allergie, la parte del corpo da operare e qualsiasi condizione medica corrente.

Vari farmaci sono usati per bloccare il dolore. Possono essere applicati come un’iniezione o applicando uno spray o un unguento.

Il farmaco agisce su determinate vie nervose per impedire ai nervi nell’area di applicazione di inviare segnali al cervello.

Normalmente occorrono alcuni minuti perché il farmaco abbia effetto e svanisce dopo poche ore. Una dose più forte e più alta durerà più a lungo.

La cocaina è stata la prima anestesia, ma ora è usata raramente. La lidocaina è ora l’anestetico locale più utilizzato, ma diversi farmaci vengono utilizzati per scopi diversi.

Per procedure più lunghe, la bupivacaina è più adatta, ma può essere più dolorosa quando viene somministrata per la prima volta. Un anestesista può, quindi, usare prima la lidocaina, quindi iniettare successivamente con bupivacaina, se il torpore è necessario per un periodo più lungo.

Gli anestetici sintetici sono simili nella struttura alla cocaina, ma questi farmaci non hanno lo stesso potenziale di abuso.

Preparazione

Se un paziente sta per sottoporsi a un intervento chirurgico che prevede un anestetico locale, il medico deve spiegare in anticipo come prepararlo.

I pazienti devono informare il medico se stanno usando alcuni farmaci, specialmente se questi sono agenti fluidificanti del sangue, come l’aspirina o il warfarin.

Il medico può dare istruzioni di non mangiare nulla poche ore prima dell’intervento. È anche importante non bere alcolici per 24 ore prima di ricevere l’anestetico.

Nell’ambulatorio medico, il medico applicherà un agente anestetico locale alla relativa area del corpo. Comincerà a sentirsi insensibile.

Il medico non procederà se il paziente non avverte l’effetto paralizzante.

L’anestetico eviterà la sensazione di dolore, ma il paziente può ancora sentire la pressione durante l’operazione.

A seconda di quale sia la procedura e di quanto sia ansiosa il paziente, può essere somministrato anche un sedativo allo stesso tempo. Ciò aiuterà il paziente a sentirsi calmo e meno ansioso.

Il medico monitorerà la quantità di ossigeno nel sangue usando un piccolo dispositivo posizionato sul dito. In rari casi, verrà utilizzato un tubo nasale in plastica per fornire ossigeno extra.

Rischi e complicazioni

L’anestesia locale è generalmente considerata molto sicura. Per un intervento chirurgico minore, è più sicuro dell’anestesia generale.

Potrebbero esserci formicolio e dolore quando il farmaco viene somministrato, e quando sta svanendo, e possono esserci alcuni lividi, ma di solito sono minori.

Una persona che ha avuto un anestetico locale deve fare attenzione a non ferirsi mentre non può provare dolore, ad esempio mordendosi la guancia dopo il trattamento dentale.

Gli effetti avversi temporanei che riguardano alcune persone includono:

  • visione offuscata, vertigini e vomito
  • mal di testa
  • contrazioni muscolari
  • intorpidimento continuo, debolezza o formicolio

Alcune persone possono avere una reazione allergica. Il paziente potrebbe sviluppare alveari, prurito e difficoltà respiratorie.

Può verificarsi cianosi, in cui la pelle diventa bluastra a causa di cattiva circolazione o ossigenazione inadeguata del sangue.

Nei casi di estrema cura, la persona può presentare una sindrome del SNC depressa, in cui il sistema nervoso centrale rallenta troppo, portando ad una diminuzione della frequenza respiratoria e della frequenza cardiaca. Questo può portare all’arresto cardiaco se il sangue smette di pompare al cuore.

Un’overdose di anestetico locale può portare a convulsioni. Questo può essere pericoloso per la vita.

Altre applicazioni

L’anestesia locale può essere utilizzata anche per diagnosticare alcune condizioni croniche e per alleviare il dolore dopo un’operazione.

Gli studi hanno dimostrato che l’anestesia locale può essere più utile degli oppioidi, come la morfina, per la gestione del dolore dopo un intervento chirurgico di sostituzione totale del ginocchio.

Nel 2010, i risultati di uno studio sui roditori in Turchia hanno suggerito che gli anestetici locali possono alleviare alcuni sintomi della malattia infiammatoria intestinale (IBD).

Chiunque somministra qualsiasi tipo di anestetico deve essere adeguatamente addestrato e qualificato.

Like this post? Please share to your friends: