Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Vivere con la sclerosi multipla: qual è la prognosi?

La sclerosi multipla è una patologia degenerativa comune del sistema nervoso centrale. La causa della SM è sconosciuta. Si ritiene che sia una malattia autoimmune in quanto è il sistema immunitario della persona che causa il danno.

Le fibre nervose sono protette da un rivestimento di una sostanza chiamata mielina. Nella sclerosi multipla (SM), il rivestimento della mielina delle fibre nervose nel cervello e nel midollo spinale viene distrutto dal sistema immunitario. Questo processo è chiamato demielinizzazione.

La mielina isola e circonda il nucleo di una fibra nervosa conosciuta come l’assone. Quando l’assone è danneggiato, ostacola la trasmissione dei segnali lungo i nervi. Il danno al nervo stesso può anche verificarsi e viene spesso definito come danno assonale.

Fatti veloci sulla prognosi della sclerosi multipla

  • La presenza di sintomi dipende dal tipo di SM che ha una persona
  • Le persone con SM potrebbero non mostrare alcun sintomo della malattia di volta in volta
  • La SM non è di per sé fatale, sebbene i pazienti possano sperimentare gravi complicanze fatali
  • I sintomi della SM possono avere un impatto su tutti gli aspetti della vita
  • Una ridotta qualità della vita può portare a depressione nelle persone con SM

Impatto della sclerosi multipla

Le persone con SM possono essere senza sintomi per molti anni. Tuttavia, vivere con la SM può essere sia fisicamente che mentalmente schiacciante quando i sintomi sono presenti.

Una donna stanca è seduta a una scrivania.

È comune che le persone con SM si sentano costantemente stanche. Questa stanchezza può influire su tutti gli aspetti della vita, compresa la capacità di uscire e fare cose e la capacità di usare il cervello in modo efficace.

I sintomi della SM possono causare disagio e disabilità costanti che limitano la capacità di fare cose quotidiane che molte persone danno per scontate.

Le persone con SM potrebbero dover frequentare molti appuntamenti medici. Devono anche convivere con l’incertezza su quando potrebbe verificarsi il prossimo attacco di sintomi.

Insieme, riducono la qualità della vita di una persona. La continua frustrazione di tali restrizioni si traduce in alcune persone con SM in via di sviluppo.

Esistono molti programmi di terapia occupazionale e di rilassamento che possono aiutare le persone con SM a gestire i loro sintomi. Questi programmi possono aiutare le persone con SM a migliorare le loro prestazioni delle attività quotidiane, nonostante i limiti imposti dalla condizione. È inoltre disponibile una gamma di gruppi di pazienti per offrire supporto alle persone che vivono con SM.

Recenti ricerche suggeriscono che una dieta ricca di proteine ​​può migliorare le prospettive per la SM riducendo l’infiammazione. L’SM non è di per sé fatale, ma il tasso di mortalità tra le persone con SM è più alto che nella popolazione generale. L’aumento del numero dei decessi è dovuto a complicanze della SM, come infezioni, malattie che colpiscono i polmoni o il cuore o il suicidio.

I sintomi della SM

Il danno alla mielina e ai nervi può verificarsi in diverse aree del cervello e del midollo spinale. Ciò significa che qualsiasi parte del corpo può essere influenzata dalla SM.

I tipici sintomi della SM includono:

  • Debolezza muscolare e spasmi
  • Visione offuscata o doppia
  • Stanchezza
  • Cambiamenti di umore
  • Difficoltà a pensare chiaramente
  • Perdita del controllo della funzione della vescica e dell’intestino

La debolezza e gli spasmi muscolari possono causare problemi di linguaggio, coordinazione ed equilibrio.

Fortunatamente, la maggior parte delle persone con SM non presenta tutti questi sintomi. I sintomi effettivi che si sviluppano dipendono da quanto sia grave il danno ai nervi e dove si trova nel corpo. Con l’aumentare del danno, i sintomi peggiorano.

I sintomi di solito si sviluppano prima tra i 15 ei 45 anni. La sclerosi multipla viene tipicamente diagnosticata quando una persona ha circa vent’anni o trenta.

tipi

Il tipo più comune di SM è la SM recidivante-remittente (RRMS). Secondo la National Multiple Sclerosis Society, circa l’85% delle persone con SM hanno questa forma di malattia.

In RRMS, ci sono momenti in cui i sintomi sono lievi o addirittura assenti (remissione) e in altri periodi noti come recidive quando i sintomi peggiorano.

Nel tempo, man mano che i nervi si danneggiano, possono verificarsi meno periodi di remissione e sintomi più gravi. Quando ciò accade, la RRMS è passata alla SM progressiva secondaria (SPMS). Circa la metà delle persone con RRMS continua a sviluppare SPMS.

Il tipo meno comune di SM è la SM progressiva primaria (PPMS). Questa forma di SM si verifica in circa il 15% delle persone con SM. La PPMS è spesso più debilitante per i pazienti poiché i sintomi peggiorano nel tempo invece di verificarsi come attacchi improvvisi separati da periodi con pochi sintomi.

Le cause

Immagine del sistema nervoso.

Gli esperti non sono ancora sicuri di quali siano le cause della SM. Per qualche ragione sconosciuta, il sistema immunitario attacca il rivestimento protettivo delle fibre nervose come fa per batteri o virus.

La ricerca sulla SM ha dimostrato che i livelli delle cellule responsabili dell’aumento di una risposta immunitaria (cellule T, cellule B e macrofagi) sono aumentati nelle aree affette da SM.

Sono state suggerite anche altre possibili cause di SM, come l’infezione virale, ma è ancora da trovare una risposta definitiva.

Fattori di rischio

Il rischio di sviluppare la SM dipende da quali geni è nata una persona e dalle cose a cui sono esposti durante la vita di tutti i giorni.

Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la SM rispetto agli uomini. Uno studio pubblicato nel trovato ha rilevato che il rapporto medio femmina-maschio per la SM era 2,4.

Avere un parente stretto con la SM può aumentare ulteriormente il rischio di sviluppare la SM. Le persone che hanno un’altra malattia autoimmune come il diabete di tipo 1 possono anche avere maggiori probabilità di sviluppare la SM rispetto alle persone che non lo fanno.

Alcuni studi hanno dimostrato un legame tra l’esposizione ai virus Epstein-Barr o zoster e lo sviluppo della SM. È stato anche suggerito che l’esposizione a questi virus nelle prime fasi della vita possa proteggere contro le malattie autoimmuni più avanti nella vita. Si ritiene che l’esposizione precoce alle infezioni consenta al corpo di aumentare la protezione contro l’autoimmunità più avanti nella vita.

Il rischio di sviluppare la SM può essere aumentato dal fumo di tabacco. Il rischio può essere ridotto dall’esposizione alla luce solare e da un aumento dei livelli di vitamina D.

Trattamento

Ci sono diversi trattamenti per la SM, ma al momento non esiste una cura.

I trattamenti medici rientrano tipicamente in tre categorie principali:

  • Farmaci che rallentano la velocità con cui la malattia peggiora e riduce le recidive dei sintomi
  • Farmaci che aiutano a ridurre i sintomi specifici della SM
  • Farmaci che vengono utilizzati per gestire gli attacchi improvvisi di sintomi gravi

Inoltre, alle persone con SM viene spesso somministrata la fisioterapia sotto forma di esercizi e massaggio per migliorare il modo in cui i muscoli lavorano e per alleviare il dolore.

Poiché la SM può interessare molte diverse parti del corpo, il trattamento viene solitamente fornito da una serie di medici specialisti. Questi specialisti possono coinvolgere neurologi, urologi, fisioterapisti, terapisti occupazionali e psicologi.

Like this post? Please share to your friends: