Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Yoga: il cane verso il basso aumenta la pressione oculare, i rischi per i pazienti affetti da glaucoma

Lo yoga è un’antica pratica indiana che cerca di armonizzare il corpo con la mente e il respiro attraverso tecniche di respirazione e posture fisiche. Anche se è diventata una forma di esercizio popolare nel mondo occidentale, un nuovo studio fornisce un punto di cautela, poiché i suoi risultati suggeriscono che alcune pose aumentano la pressione oculare e presentano rischi per le persone con glaucoma.

Donna facendo yoga

Gennaio è il mese della sensibilizzazione al glaucoma e la comunità dell’assistenza sanitaria si sta concentrando sulla condizione degli occhi che 2,7 milioni di persone negli Stati Uniti di età superiore ai 40 anni sono alle prese con ogni giorno.

Il glaucoma colpisce la vista, di solito a causa di un accumulo di pressione nell’occhio, che può danneggiare il nervo ottico.

Sebbene lo yoga sia stato lodato per i suoi benefici per la salute – tra cui il miglioramento dei sintomi dell’artrite e il beneficio degli uomini con cancro alla prostata – i ricercatori di questo ultimo studio hanno studiato i potenziali rischi che la pratica può presentare per i pazienti affetti da glaucoma.

Pubblicano i loro risultati sul diario.

Il team, guidato dal Dr. Robert Ritch, della New York Eye and Ear Infirmary di Mount Sinai (NYEE) a New York, NY, osserva che il glaucoma è la principale causa di cecità irreversibile negli Stati Uniti.

Si concentrano su una pressione intraoculare elevata (IOP), che è il fattore di rischio più comune per il danno glaucomatoso e l’unico fattore modificabile che ha dimostrato di prevenire o rallentare la progressione del glaucoma.

Tutte e quattro le posizioni yoga aumentano la pressione oculare

I ricercatori affermano che studi precedenti hanno solo testato la posizione verticale dello yoga, che ha mostrato un aumento duplice della IOP.

Fatti veloci sul glaucoma

  • Negli Stati Uniti, 2,7 milioni di persone con più di 40 anni hanno il glaucoma
  • Si prevede che questo numero salirà a 4,2 milioni entro il 2030
  • Il glaucoma costa all’economia degli Stati Uniti 2,86 miliardi di dollari ogni anno.

Ulteriori informazioni su glaucoma

In quanto tale, per la loro ultima ricerca, il team ha chiesto ai partecipanti sani senza patologie legate all’occhio e al glaucoma di completare una serie di posizioni yoga invertite, che comprendevano cane in discesa, in piedi in avanti, aratro e zampe sul muro.

Al basale seduto, i ricercatori hanno catturato la IOP in ciascun gruppo, e poi di nuovo mentre si eseguiva la posa, 2 minuti mentre manteneva la posa, subito dopo la posa in posizione seduta e poi di nuovo 10 minuti dopo nella posizione seduta.

I risultati hanno mostrato che entrambi i gruppi di partecipanti allo studio hanno avuto un aumento della PIO in tutte e quattro le posizioni yoga, ma il maggiore aumento di pressione è stato riscontrato durante il cane discendente.

“Mentre incoraggiamo i nostri pazienti a vivere uno stile di vita attivo e sano, incluso l’esercizio fisico, alcuni tipi di attività, tra cui flessioni e sollevamento pesi, dovrebbero essere evitati dai pazienti affetti da glaucoma a causa del rischio di aumentare la PIO e possibilmente danneggiare il nervo ottico” dice il dottor Ritch.

Le misurazioni che la squadra ha registrato dopo che i partecipanti sono tornati in posizione seduta – e poi di nuovo dopo aver atteso 10 minuti – hanno rivelato che la pressione per lo più rimaneva leggermente elevata rispetto al basale.

Ulteriori studi sono garantiti

L’autrice dello studio Jessica Jasien, del NYEE, osserva che sebbene i loro risultati non rivelino una differenza importante nella IOP tra i partecipanti normali e i pazienti affetti da glaucoma, il team ritiene che debbano essere effettuati ulteriori studi con popolazioni più grandi e durate più lunghe di inversioni.

Jasien aggiunge:

“Come sappiamo che qualsiasi IOP elevata è il più importante fattore di rischio noto per lo sviluppo e la progressione del danno ai nervi all’occhio, l’aumento della PIO dopo aver assunto le posizioni yoga è di preoccupazione per i pazienti affetti da glaucoma e per i loro medici curanti.

Inoltre, i pazienti affetti da glaucoma dovrebbero condividere con i loro istruttori di yoga la loro malattia per consentire modifiche durante la pratica dello yoga “.

La piccola dimensione del campione dei partecipanti è una limitazione dello studio; i ricercatori dicono che questa limitazione potrebbe spiegare la mancanza di differenze statisticamente significative tra i gruppi di glaucoma e non glaucoma.

Riguardo a questa limitazione, aggiungono che “l’assenza di prove non è necessariamente una prova di assenza se il campione dello studio è piccolo”.

Altre limitazioni includono la mancanza di misurazioni della pressione sanguigna – il che significa che non avevano alcuna informazione che potesse indicare cambiamenti associati nella pressione del fluido cerebrospinale a causa della posizione yoga – e una breve durata della posa, che non consente alla squadra di trarre conclusioni sul cambiamento in IOP se le posizioni yoga vengono mantenute per 30 minuti – come a volte sono in un contesto di yoga formale.

Il team richiede studi futuri per valutare se determinate posizioni yoga aumentano il rischio di progressione del glaucoma.

Lo yoga è diventato una pratica popolare nel mondo occidentale; nel 1998, circa 15 milioni di adulti americani avevano praticato yoga almeno una volta.

precedentemente studiato i benefici per la salute di esercizio, tra cui yoga e pilates.

Like this post? Please share to your friends: