Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Zucchero: dovremmo eliminarlo dalla nostra dieta?

Lo zucchero sembra aver sviluppato una reputazione come il grande lupo cattivo in relazione alla salute. hanno riportato numerosi studi che associano l’assunzione di zuccheri ad un aumentato invecchiamento, malattie cardiovascolari, obesità e persino cancro. Tale ricerca ha portato a molti esperti di salute in tutto il mondo che chiedono riduzioni nell’assunzione di zucchero raccomandata, con alcuni che dicono che dovremmo ritagliare completamente lo zucchero. Ma è davvero così male per la nostra salute? Indaghiamo.

zucchero

In parole povere, lo zucchero è un carboidrato cristallino che rende i cibi gustosi. Esistono molti tipi diversi di zucchero, tra cui glucosio, fruttosio, lattosio, maltosio e saccarosio, noto anche come zucchero da tavola.

Alcuni di questi zuccheri, come glucosio, fruttosio e lattosio, si trovano naturalmente in frutta, verdura e altri alimenti. Ma molti degli alimenti che consumiamo contengono zuccheri “aggiunti” – lo zucchero che noi stessi aggiungiamo ad un prodotto per migliorare il sapore o lo zucchero che è stato aggiunto ad un prodotto da un produttore.

Le fonti più comuni di zuccheri aggiunti includono bevande analcoliche, torte, torte, cioccolato, bevande alla frutta e dessert. Solo una singola lattina di cola può contenere fino a 7 cucchiaini di zucchero aggiunto, mentre una barretta di cioccolato di dimensioni medie può contenere fino a 6 tps.

Si aggiungono zuccheri che sono stati citati come contributori a molti problemi di salute. Nel mese di dicembre 2014, uno studio pubblicato sulla rivista ha affermato che gli zuccheri aggiunti possono aumentare il rischio di ipertensione, ancor più del sodio. E a febbraio 2014, uno studio condotto dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha associato un’assunzione elevata di zuccheri aggiunti con un aumento del rischio di morte per malattia cardiovascolare (CVD).

Forse più fortemente, gli zuccheri aggiunti sono stati associati al significativo aumento dell’obesità. Negli Stati Uniti, più di un terzo degli adulti è obeso, mentre il tasso di obesità infantile è più che raddoppiato nei bambini e quadruplicato negli adolescenti negli ultimi 30 anni.

Uno studio pubblicato nel 2013 suggeriva che il consumo di bevande zuccherate aumentava l’aumento di peso sia nei bambini che negli adulti, mentre un documento di revisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rileva un aumento nel consumo di tali bevande correlato all’aumento dell’obesità.

Stiamo diventando dipendenti dallo zucchero?

A sostegno di queste associazioni c’è il dottor Robert Lustig, un endocrinologo pediatrico dell’Università della California-San Francisco e autore del libro, che sostiene che lo zucchero è una sostanza “tossica” a cui stiamo diventando dipendenti.

Uno studio del 2008 condotto da ricercatori dell’Università di Princeton, nel New Jersey, ha scoperto che i ratti abituati a consumare una dieta ad alto contenuto di zuccheri mostravano segni di abbuffate, bramosia e ritiro quando la loro assunzione di zucchero era ridotta.

Una donna tentata dalla cioccolata

“Dobbiamo svezzarci, abbiamo bisogno di sdolcinare le nostre vite, dobbiamo fare dello zucchero un ossequio, non una dieta base”, ha detto il dottor Lustig nel 2013.

“L’industria alimentare l’ha trasformata in una dieta base perché sanno quando ne comprano di più”, ha aggiunto. “Questo è il loro gancio: se alcuni produttori di cereali senza scrupoli uscissero e cucissero i cereali per la colazione con la morfina per farti comprare di più, cosa penseresti di loro? Lo fanno invece con lo zucchero”.

Nel suo popolare blog, Goop, Gwyneth Paltrow cita la dipendenza da zucchero come una delle ragioni per cui ha deciso di smettere completamente di zucchero.

“La linea di fondo è che lo zucchero funziona la dipendenza e ricompensa percorsi nel cervello più o meno allo stesso modo di molte droghe illegali”, scrive. “Lo zucchero è fondamentalmente una droga socialmente accettabile, legale, ricreativa con conseguenze mortali”.

Le statistiche mostrano che siamo certamente una nazione di amanti dello zucchero aggiunto. Secondo un rapporto del CDC, gli adulti negli Stati Uniti consumavano circa il 13% del loro apporto calorico giornaliero totale da zuccheri aggiunti tra il 2005-2010, mentre il 16% del consumo calorico totale di bambini e adolescenti proveniva da zuccheri aggiunti tra il 2005 e il 2008.

Questi livelli sono ben al di sopra di quelli attualmente raccomandati dall’OMS, che affermano che non dovremmo consumare più del 10% delle calorie totali giornaliere da zuccheri “liberi” – sia zuccheri presenti in natura che aggiunti ai prodotti dal produttore.

Nel 2013, tuttavia, è stato riportato uno studio del prof. Wayne Potts e colleghi dell’Università dello Utah, secondo cui anche il consumo di zuccheri aggiunti ai livelli raccomandati può essere dannoso per la salute, dopo aver scoperto che tali livelli riducevano la durata della vita nei topi.

Eliminare lo zucchero dalla nostra dieta è salutare?

La serie di studi che riportavano le implicazioni negative dello zucchero aggiunto ha indotto l’OMS a presentare una proposta per rivedere le loro raccomandazioni sullo zucchero aggiunto nel 2014. L’organizzazione ha emesso una bozza di linee guida affermando che vorrebbero dimezzare la dose giornaliera raccomandata di zucchero dal 10% al 5% .

“L’obiettivo di questa linea guida è di fornire raccomandazioni sul consumo di zuccheri liberi per ridurre il rischio di malattie non trasmissibili negli adulti e nei bambini”, ha spiegato l’OMS, “con particolare attenzione alla prevenzione e al controllo dell’aumento di peso e della carie dentale”.

Inoltre, sembra che molti esperti di salute, nutrizionisti e persino celebrità come Gwyneth abbiano saltato su un carrozzone “senza zucchero”. Ma è persino possibile eliminare completamente lo zucchero da una dieta? Ed è sicuro?

La biochimica Leah Fitzsimmons, dell’Università di Birmingham nel Regno Unito, ha dichiarato:

“Tagliare tutto lo zucchero dalla vostra dieta sarebbe molto difficile da raggiungere: frutta, verdura, latticini e sostituti del latte, uova, alcol e noci contengono zucchero, il che vi lascerebbe solo poco da mangiare carne e grassi – sicuramente non molto salutare.”

Molte persone si rivolgono ai dolcificanti artificiali come alternativa allo zucchero, ma secondo uno studio riportato nel 2014, questi dolcificanti potrebbero ancora causare diabete e obesità.

Lo studio, pubblicato sulla rivista, suggerisce che i dolcificanti artificiali – tra cui la saccarina, il sucralosio e l’aspartame – interferiscono con i batteri intestinali, aumentando l’attività dei percorsi associati all’obesità e al diabete.

Inoltre, hanno scoperto che il consumo a lungo termine di dolcificanti artificiali era associato a un aumento del peso, all’obesità addominale, a livelli più elevati di glicemia a digiuno ea un aumento dei livelli di emoglobina glicosilata.

“Insieme ad altri importanti cambiamenti avvenuti nella nutrizione umana, questo aumento del consumo di dolcificanti artificiali coincide con il drammatico aumento dell’obesità e delle epidemie di diabete”, osservano gli autori. “I nostri risultati suggeriscono che i dolcificanti artificiali potrebbero aver contribuito direttamente a migliorare l’epidemia esatta che loro stessi erano destinati a combattere”.

Lo zucchero può essere parte di una dieta sana ed equilibrata

Invece di allontanarsi completamente dallo zucchero, molti esperti di salute ritengono che possa essere consumato come parte di una dieta sana, con alcuni osservando che anche lo zucchero ha dei benefici.

[Cubetti di zucchero su un cucchiaio]

“Come tutte le fonti di calorie, gli zuccheri possono essere consumati all’interno di una dieta sana ed equilibrata e di uno stile di vita attivo”, ha detto il dott. Alison Boyd, direttore di Sugar Nutrition UK. “Gli zuccheri possono spesso aiutare a rendere certi cibi nutrienti più appetibili, il che può favorire la varietà in una dieta sana ed equilibrata.”

Alcuni ricercatori dicono che i nostri corpi hanno persino bisogno di zucchero. “È il carburante preferito dal nostro corpo”, ha detto il dott. David Katz, direttore del Prevention Research Center della Yale University di New Haven, CT. “C’è un ruolo per lo zucchero nella nostra dieta.Dopo tutto, qual è il punto di essere sani se non è per divertirsi a vivere?”

L’American Heart Association (AHA) – che raccomanda alle donne di consumare non più di 100 calorie al giorno (6 tps) e gli uomini non dovrebbero consumare più di 150 calorie al giorno (9 tps) con zuccheri aggiunti – non è d’accordo, affermando che i nostri corpi fanno non ha bisogno di zucchero per funzionare correttamente.

“Gli zuccheri aggiunti apportano ulteriori calorie e zero nutrienti al cibo”, aggiungono. Ma anche l’AHA non consiglia di ritagliare completamente lo zucchero.

Suggerimenti per ridurre l’assunzione di zucchero

Mentre lo zucchero può essere parte di una dieta sana, il dott. Katz fa un punto importante che quasi tutti gli esperti di salute concordano – “ne manchiamo troppo” – che è evidente dalle citate relazioni del CDC.

Pertanto, gli esperti di salute raccomandano di ridurre l’assunzione di zucchero secondo le linee guida raccomandate. L’AHA fornisce alcuni suggerimenti per aiutare a fare proprio questo:

  • Riduci la quantità di zucchero che puoi aggiungere regolarmente a cibi e bevande, come tè, caffè, cereali e pancake
  • Sostituisci le bevande zuccherate con bevande senza zucchero oa basso contenuto calorico
  • Confronta le etichette degli alimenti e seleziona i prodotti con le quantità più basse di zuccheri aggiunti
  • Quando si cuociono le torte, ridurre la quantità di zucchero nella ricetta di un terzo
  • Prova a sostituire lo zucchero nelle ricette con estratti o spezie, come cannella, zenzero, mandorla o vaniglia
  • Sostituire lo zucchero su cereali o farina d’avena con frutta.

È necessario fare di più per garantire che il pubblico riduca l’assunzione di zucchero

Mentre ci sono cose che possiamo fare noi stessi per ridurre l’assunzione di zucchero, il prof. Wayne Potts ha detto che c’è ancora molto da fare per incoraggiarci a farlo:

“Gli stati patologici sono una piaga terribile per gli individui e il costo per l’assistenza sanitaria pubblica è enorme. Dal momento che i comportamenti individuali possono fare grandi progressi, dovremmo usare una varietà di metodi come campagne di sensibilizzazione pubblica, tassazione e regolamentazione più ferma”.

La dottoressa Boyd ha sottolineato che l’industria alimentare ha lavorato sodo per offrire al grande pubblico una buona gamma di prodotti senza zucchero e senza zuccheri aggiunti. “Le bevande analcoliche sono un buon esempio”, afferma, “con oltre il 60% disponibile sul mercato ora a basso contenuto calorico / senza zuccheri aggiunti”.

Ha aggiunto, tuttavia, che gli alimenti a basso contenuto di zuccheri potrebbero non essere necessariamente inferiori in calorie. “In alcuni casi, la ricetta riformulata può contenere più calorie rispetto all’originale. La ricerca mostra che le diete ad alto contenuto di zucchero tendono ad essere povere di grassi e viceversa.” Lei ha aggiunto:

“La cosa fondamentale da ricordare è che gli zuccheri si trovano naturalmente in una vasta gamma di alimenti – tra cui frutta, verdura e latticini – e possono essere consumati all’interno di una dieta sana ed equilibrata e di uno stile di vita attivo. la cosa più importante da ricordare per le persone. “

Like this post? Please share to your friends: