Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Zucchero e salute mentale: una combinazione tossica?

Quando le voglie di zucchero si insinuano, l’ultima cosa che potremmo pensare è la nostra salute mentale a lungo termine. Tuttavia, ci sono molte prove che suggeriscono che dovremmo.

alimenti zuccherati

Siamo stati tutti lì. Dopo una giornata stressante, quando il nostro umore è basso, è facile da raggiungere per una vasca di gelato o simile trattamento zuccherino. Ma le prove del legame tra lo zucchero e la salute mentale stanno crescendo – e non sono solo i dolci che accumulano il nostro consumo giornaliero di zucchero.

La scorsa settimana, ha riportato uno studio pubblicato sulla rivista che ha identificato un maggiore rischio di depressione tra gli uomini che hanno consumato una quantità significativa di zucchero nella loro dieta.

Si potrebbe obiettare che sentirsi depressi può portare ad un aumento del consumo di zucchero, piuttosto che viceversa. Tuttavia, ciò che è stato veramente interessante in questo studio è stato il fatto che i ricercatori, provenienti dall’University College London Institute of Epidemiology e Public Health nel Regno Unito, hanno usato un modello matematico per escludere esattamente questo: un fenomeno che hanno chiamato causa inversa.

Usando i dati dello studio Whitehall II – un folto gruppo di dipendenti pubblici nel Regno Unito – hanno dimostrato che il consumo di zucchero veniva prima della depressione, piuttosto che esserne la conseguenza.

Quindi, mentre c’è un numero crescente di studi che esaminano le implicazioni della dieta sulla salute mentale, è difficile studiare le cause e i meccanismi esatti che collegano i due.

Qual è la prova? E come può lo zucchero, una molecola così semplice, provocare il caos nel nostro cervello?

Dieta e salute mentale sono collegate

Nel 2002, uno studio sul consumo complessivo di zucchero per persona in sei diversi paesi (Canada, Francia, Germania, Corea, Nuova Zelanda e Stati Uniti) – pubblicato dal Dr. Arthur Westover, dell’Università del Texas Southwestern Medical Center di Dallas – zucchero implicato come fattore di più alti tassi di depressione maggiore.

Da allora, diversi altri gruppi di ricerca hanno studiato l’effetto della dieta sulla salute mentale. Ad esempio, il consumo di alimenti trasformati e fast-food – compresi hamburger, pizza e cibi fritti – è risultato essere più alto sia nei giovani che negli adulti con un aumento dei tassi di depressione.

Allo stesso modo, gli anziani americani con alti livelli di zucchero nella loro dieta avevano tassi di depressione più alti di quelli che consumavano meno zucchero.

Le bevande zuccherate, in particolare le bevande analcoliche, sono aumentate di popolarità e ora sono consumate in tutto il mondo. Ma uno studio sugli adulti cinesi – che tradizionalmente bevono tè non zuccherato – ha dimostrato che coloro che bevevano bevande analcoliche avevano tassi più alti di depressione.

Mentre questi studi non si proponevano di trovare il meccanismo biologico mediante il quale lo zucchero influisce sulla salute mentale, essi aggiungono al corpo delle prove che riportano il legame tra i due.

La scienza dello zucchero

Gli zuccheri sono molecole di carboidrati semplici. Pur essendo essenziali per il funzionamento delle cellule e degli organi, i nostri corpi hanno macchinari sofisticati per rompere le molecole di carboidrati complessi in zuccheri semplici.

Quindi non ha bisogno di essere aggiunto alla dieta, e l’American Heart Association (AHA) afferma che “i nostri corpi non hanno bisogno di zucchero per funzionare correttamente”.

Ciò che è veramente importante è che i nostri corpi non distinguono tra zuccheri da fonti diverse. Che si tratti di zucchero bianco, miele, melassa, sciroppo di mais, estratto d’uva concentrato, frutta o latte, i nostri corpi usano lo zucchero esattamente nello stesso modo.

L’AHA raccomanda un limite giornaliero di 6 cucchiaini di zucchero per le donne e 9 cucchiaini da tè per gli uomini. Per dirla in un contesto, una lattina di Coca-Cola contiene 8,25 cucchiaini di zucchero, mentre una piccola banana contiene 3 cucchiaini.

Ha senso che il consumo eccessivo di zucchero fa male ai nostri denti e porta ad un aumento di peso, ma perché lo zucchero sarebbe dannoso per la nostra salute mentale?

Zucchero e neuroni

I neuroni sono cellule molto sensibili e non sono ben preparati per i livelli di zucchero. Infatti, gli individui con diabete sono a rischio di danno neuronale e gli scienziati stanno cominciando a capire quanto l’alto livello di zucchero nel sangue possa causare questo.

Uno studio condotto da ricercatori del Dipartimento di Neurobiologia all’Università Huazhong di Scienza e Tecnologia di Wuhan, in Cina, condotto su ratti diabetici ha dimostrato che l’elevata glicemia, un semplice zucchero, ha provocato infiammazione e danni neuronali e la morte nel cervello.

Il gruppo ha inoltre dimostrato che i neuroni cresciuti in laboratorio hanno mostrato un aumento dell’infiammazione se esposti ad alti livelli di glucosio, permettendo loro di fare luce sui percorsi biologici coinvolti.

È importante sottolineare che esiste un forte legame tra il diabete e il morbo di Alzheimer, che sostiene ulteriormente l’affermazione che la tossicità da zucchero ha un ruolo nella salute del cervello.

Una rassegna di diversi studi – scritta da Margaret Morris, Ph.D., professore di farmacologia presso la Scuola di Scienze Mediche dell’Unversity of New South Wales a Sydney, Australia – ei suoi colleghi hanno riassunto che il consumo elevato di zuccheri correlato con cognitivo lieve menomazione negli anziani. Inoltre influisce negativamente sulla funzione cognitiva dei bambini.

Il gruppo del Prof. Morris ha anche dimostrato che i ratti hanno iniziato a sperimentare problemi nel riconoscere i luoghi già 5 giorni dopo aver iniziato una dieta ricca di zuccheri. Questo è stato accompagnato da infiammazione diffusa e stress ossidativo nel cervello dei ratti.

Mentre gli scienziati stanno continuando a esplorare i meccanismi esatti che lo zucchero impiega per influenzare la salute mentale, come possiamo proteggere il nostro cervello dal cadere preda della dolce tentazione dello zucchero?

Evitare le insidie ​​dello zucchero

Tagliare lo zucchero dalla nostra dieta può essere più facile a dirsi che a farsi; siamo bombardati da pubblicità di cibi pronti e prelibatezze. Ma anche cibi apparentemente sani possono avere alti livelli di zuccheri nascosti.

Questi colpevoli includono cereali per la colazione, salse (incluso ketchup e salsa di pasta), latti aromatizzati, pane integrale e molti prodotti etichettati come a basso contenuto di grassi, come yogurt alla frutta.

Frullati e succhi di frutta per bambini sono stati sotto i riflettori lo scorso anno in un articolo pubblicato su. Gli autori hanno osservato che per porzione standard, “oltre il 40% dei prodotti esaminati conteneva almeno 19 grammi di zucchero – l’intera quantità giornaliera massima di zuccheri liberi per un bambino”.

Livelli elevati di zucchero sono stati segnalati anche nei prodotti alimentari per neonati e bambini.

Il modo migliore per tenere d’occhio il consumo di zucchero è familiarizzare con le etichette nutrizionali. Mentre l’elenco degli ingredienti potrebbe non richiedere zuccheri aggiunti, il pannello dei dati nutrizionali mostrerà la quantità di carboidrati e zuccheri nel prodotto.

Qual è la prova che ridurre gli zuccheri avrà benefici per la salute? Bene, gli studi hanno indicato che le persone che soffrono di depressione traggono beneficio da una dieta salutare.

È importante sottolineare che la scelta di alimenti a basso contenuto di ingredienti raffinati, come lo zucchero, ma ricchi di acidi grassi omega-3, vitamine e minerali possono alleviare i sintomi della depressione. Gli scienziati pensano che il potere di questi alimenti stia nel promuovere una buona salute del cervello.

La prossima volta che uno stato d’animo basso minaccia di rovinare la giornata, ricorda dove lo zucchero è nascosto in bella vista e guarda ad altre gustose prelibatezze per sollevarti dalla stasi.

Like this post? Please share to your friends: